Resta in contatto

Esclusive

ESC. CH – Women, Nichele: “Buona classifica, ma non rilassiamoci. Verona? Per me è casa”

La centrocampista gialloblù si è raccontata in esclusiva ai nostri microfoni parlando di calcio e non solo

Dopo una lunga pausa, il campionato di Serie A femminile è pronto a ricominciare anche per l’Hellas Verona Women: sabato infatti le gialloblù saranno di scena a Milano contro l’Inter, squadra attualmente a +4 proprio dalle ragazze di Pachera.

In vista del match abbiamo quindi deciso di raggiungere Elena Nichele, una delle “giovani veterane” della squadra, per scambiare due chiacchiere sul torneo, sulla prossima partita e non solo.

Di seguito, dunque, la nostra intervista esclusiva a Nena.

Reduce da un brutto infortunio sei tornata e ti sei subito ripresa una maglia da titolare: com’è stato ributtarsi nella mischia?
«Quella dell’anno scorso è stata una stagione buia, anche perché infortunarsi non è mai bello. Avendo sofferto così tanto lontana dal campo, ho deciso che una volta tornata avrei cercato di dimostrare qualcosa in più, quindi è questa la via che sto seguendo. Qui nessuna ha una maglia da titolare assicurata, quindi durante gli allenamenti cerco di impegnarmi al massimo per guadagnarmi un posto e far fruttare in partita il lavoro settimanale».

Anche tu sei stata tra le tante ragazze colpite dal Covid: come hai vissuto quel periodo?
«Non è stato un bel periodo: abbiamo sofferto molto e non vedevamo l’ora di tornare in campo per aiutare le nostre compagne di squadra. Per fortuna però adesso è passato, quindi guardiamo avanti!».

Quest’anno un po’ realizzato il tuo sogno venendo schierata come trequartista, un ruolo a cui hai sempre ambito: come ti trovi?
«Questo ruolo mi ha sempre affascinata perché è molto delicato, in quanto si è un po’ al centro della squadra. A me piace creare occasioni e fornire l’ultimo passaggio per permettere all’attaccante di segnare, quindi sono contenta che il mister mi abbia dato questa possibilità e cerco di sfruttarla nel migliore dei modi. Spero di continuare a migliorare, magari anche in fase realizzativa: non sono mai stata una che segna tanti gol, ma mi auguro arrivino anche quelli…».

Come giudichi il vostro campionato? Dopo un paio d’anni di sofferenza, sembrate finalmente abbastanza “tranquille”…
«Il nostro obiettivo è la salvezza e al momento ci troviamo in una buona situazione, però dobbiamo essere attente e non dobbiamo adagiarci sugli allori. Come dice sempre il mister, il nostro percorso non si basa sulla classifica, ma sul lavoro settimanale che poi porta alle prestazioni e quindi ai risultati. Noi dobbiamo sempre cercare di migliorarci, partita dopo partita, senza mai essere “sazie”».

Siete reduci da tre sconfitte consecutive, anche se due sono arrivate con squadre fortissime come Juventus e Milan: cosa salvi di queste partite?
«Durante l’ultima gara abbiamo messo in difficoltà la Florentia disputando una buona partita, quindi c’è un po’ di amarezza perché pensavamo di poterla portare a casa. Purtroppo abbiamo pagato un black-out che ci è costato caro, ma dobbiamo ripartire dai primi settanta minuti giocati perché in quel lasso di tempo la prestazione c’è stata. Credo comunque che anche nei match precedenti abbiamo dimostrato di potercela giocare e di poter fare bella figura con tutti».

Sabato affronterete l’Inter: che partita ti aspetti?
«Stiamo preparando la partita su noi stesse, lavorando su quello che sappiamo fare, sui nostri pregi e sui nostri difetti. Sulla carta e in classifica loro magari sono un po’ più avanti, ma sarà una sfida da giocare: io ci credo, possiamo fare bene e anche portare a casa. Sta a noi dare il 100% e, magari, segnare qualche gol…».

Ormai sei a Verona da tempo e, nonostante la giovane età, sei una veterana di questi colori: cosa vogliono dire per te questa città e questa maglia?
«Quando sento parlare di Verona, la prima parola che mi viene in mente è “casa”, perché per me questa è ormai una seconda casa: Per quanto riguarda la società, prima come Verona CF e poi come Hellas mi ha dato la possibilità di giocare in Serie A, quindi posso solo ringraziare tutti per l’opportunità. Spero di rimanere a lungo e magari di togliermi qualche soddisfazione con questi colori».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Esclusive