Resta in contatto

Esclusive

Pinna (intermediario Iturbe) a CH: “Il suo grande desiderio è tornare in Italia. Ripresa? L’Hellas farà bene”

Le dichiarazioni rilasciate ai nostri microfoni dell’intermediario dell’attaccante paraguaiano, che aveva curato la trattativa per riportarlo in Serie A a gennaio

In attesa della decisione definitiva sulla ripresa del campionato, nelle scorse ore il Consiglio Federale ha approvato la modifica relativa al calciomercato estivo. I club potranno stilare e depositare i contratti dei nuovi tesserati, già dal 1° giugno e fino al 31 agosto. Tali accordi preliminari entreranno in essere poi da settembre, quando inizierà la nuova stagione. Un calciomercato che si preannuncia imprevedibile, come lo ha definito Tony D’Amico.

Intanto a Verona sponda Hellas ha iniziato a rimbalzare la voce di un ritorno di Juan Manuel Iturbe, attualmente al Pachuca ma di proprietà dei Pumas. Il classe 1993 non ha mai nascosto la volontà di tornare in Serie A ed è rimasto legato ai colori gialloblù.

Per commentare la situazione del paraguaiano e quella del calcio italiano, CalcioHellas.it ha contattato in esclusiva Daniele Pinna, intermediario che ha curato la trattativa, poi sfumata, per il passaggio della Pulguita al Genoa lo scorso gennaio:

Come commenta la decisione di dare la possibilità di depositare contratti preliminari dal 1° giugno?
“Può essere un’opportunità in più, per ampliare la finestra del mercato. Si ha più tempo di sapere chi ha bisogno e dove ha bisogno proprio perché è successo quello che è successo. Se non fosse accaduto ciò, ovviamente questo non sarebbe stato piacevole. Questa situazione è impegnativa per i club, dato che allo stesso tempo ci sarà il campionato. Per noi agenti è come se fossimo ad aprile, in quel periodo dell’anno in cui i club non sanno se saranno in Serie A, B o C nella prossima stagione. Adesso verranno sistemati i giocatori in prestito: quindi ci prepariamo, ma da luglio e agosto credo che sarà vero mercato. Non credo che sarà un problema la contemporaneità del campionato perché comunque anche gli scorsi anni c’erano delle competizioni in estate. Il mese di settembre pi corrisponderà a luglio, perché sarà il primo mese della prossima stagione”.

Cosa ne pensa della ripresa del campionato?
“Dipende dal lato in cui si guarda. È bello vedere che i club potranno tornare a giocare. Per i giocatori è sicuramente un fatto positivo, soprattutto per coloro avevano avuto meno spazio. Riprendere è sempre positivo. Mi dispiace vedere gli stadi vuoti, ma ci dobbiamo adeguare a questa situazione”.

Come ha visto la squadra di Juric in questa stagione e come la vede per questa volata finale?
“Da addetto ai lavori l’Hellas non mi ha stupito: grandi giocatori e grande allenatore, ma soprattutto una grande organizzazione. Fa sempre piacere vedere le così dette medio-piccole tra le grandi. Sono convinto che in ottica futura potrebbe far bene anche in altri palcoscenici, come ad esempio l’Europa League. D’Amico è un direttore serio, oltreché una grande persona: ha fatto bene e quindi tutti sono convinti che possa fare meglio. Saprà gestire bene il budget, nonostante questa situazione del coronavirus”. 

Negli ultimi mesi Iturbe è stato accostato a Genoa, Parma e recentemente anche all’Hellas Verona: crede sia possibile un suo ritorno in Serie A?
Adesso è un po’ prematuro parlarne. Il suo grande desiderio è tornare in Italia. Lui per metà è italiano: qui è cresciuto calcisticamente. Quando parlo con lui mi dice sempre che gli piacerebbe tornare. Valuteremo tante cose, anche altri campionati, ci sono tante soluzioni”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive