Resta in contatto

Le Pagelle di CalcioHellas

Verona-Milan 1-3, le pagelle gialloblù di CH

I gialloblù escono battuti dalla sfida del Bentegodi. Casale irretito da Leao, si salvano solo in cinque

Faraoni bene, salvi anche Montipò, Günter, Tameze e Lazovic, dietro alla lavagna tutti gli altri e in particolare Casale: questo in sostanza il bilancio del match tra Verona e Milan.

Di seguito, infatti le nostre pagelle gialloblù della partita appena conclusasi al Bentegodi.

MONTIPÒ: 6

Un paio di buoni interventi, può poco o nulla sui gol subiti.

CASALE: 4,5

In sostanza, non ci capisce nulla dall’inizio della partita fino a quando Tudor non lo sostituisce. Stanotte si sognerà Leao.

GÜNTER: 6

Il più solido del pacchetto arretrato, si immola anche su un paio di pericolose conclusioni avversarie.

CECCHERINI: 5,5

Scricchiola pericolosamente, anticipato da Tonali in occasione del primo gol rossonero.

FARAONI: 6,5

Corsa e tanto sacrificio per la squadra, segna il gol che illude il Bentegodi.

TAMEZE: 6

Mette la solita grinta per la causa. Questa volta non basta, ma non è colpa sua.

ILIC: 5,5

L’azione del gol gialloblù parte da lui, ma per il resto non si vede granché. Fortunato quando il VAR annulla il gol a Tonali: il suo intervento era stato abbastanza goffo.

LAZOVIC: 6

Qualche spunto e l’assist per Faraoni. Sufficiente.

BARAK: 5,5

Benino nel primo tempo, scompare nella ripresa.

CAPRARI: 5,5

Pallone illuminante per Lazovic in occasione del gol dell’Hellas, suicida quello che spalanca al Milan la possibilità di pareggiare. Nel secondo tempo anche lui cala vistosamente.

SIMEONE: 5

Tocca pochi palloni e quei pochi li sbaglia.

DEPAOLI: 5,5

Il suo ingresso non incide.

HONGLA: 5,5

Dopo la buona prova di Cagliari, un passo indietro.

LASAGNA: 5,5

Entra e guadagna subito un angolo, poi mette a referto un colpo di testa alto e poco altro.

SUTALO: 5,5

Tagliato fuori da Florenzi in occasione del gol che chiude la partita.

TUDOR: 5,5

Casale su Leao è una scelta quantomeno azzardata e lo si capisce subito. I cambi poi danno poco. Esaurire gli slot a dieci minuti dalla fine e sotto di un gol per togliere Ceccherini e inserire Sutalo, senza tentare il tutto per tutto per buttare nella mischia un giocatore offensivo (Cancellieri?), è una mossa che lascia abbastanza perplessi.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le Pagelle di CalcioHellas