Resta in contatto

Le Pagelle di CalcioHellas

Verona-Salernitana 1-2, le pagelle gialloblù di CH

Lazovic trova il primo gol stagionale, Caprari fa il suo. Male Simeone e Barak, ingenuo Ilic

È un k.o. che senz’altro fa male quello maturato stasera al Bentegodi: il Verona è infatti caduto in casa contro la Salernitana al termine di un match che dopo la prima mezz’ora pareva un autentico monologo gialloblù.

A pesare è senz’altro una direzione arbitrale inadeguata, ma gli uomini di Tudor ci hanno senz’altro messo del proprio. Di seguito, dunque, le nostre pagelle.

PANDUR: 6

Un grande intervento sull’incornata ravvicinata di Gondo, incolpevole sui gol.

CASALE: 6

Gestisce bene gli attaccanti ospiti, non ha colpe sulle reti incassate.

GÜNTER: 5,5

Partiamo da un presupposto: anche se nell’occasione del rigore granata si fa comunque sorprendere, più riguardiamo l’azione e più ci sembra fallo di Gondo. Per il resto, pur non essendo perfetto, non appare eccessivamente in difficoltà.

CECCHERINI: 5,5

Ogni tanto è fuori posizione e l’Hellas rischia più di qualcosina, ma in quelle occasioni viene graziato. Si fa vedere in avanti, ma non ne azzecca una. Certo, il gol non è il suo mestiere, però…

DEPAOLI: 6

Una buona prova da parte dell’ex Sampdoria: tanta corsa, qualche buon recupero e anche un paio di interessanti palloni messi in mezzo. Non male.

ILIC: 5

Gioca una buona partita e sarebbe ampiamente sufficiente, ma nel finale commette un errore imperdonabile applaudendo Dionisi che lo espelle. Che l’arbitro di stasera fosse inadeguato è sotto gli occhi di tutti, però dargli modo di dimostrare di essere pure permaloso non è stata una grande idea…

VELOSO: 6

Nel primo tempo è costretto a tappare in qualche modo un buco lasciato da un Ceccherini “all’avventura”, nel ripresa regala l’assist a Lazovic e un gran pallone che a momenti Kalinic trasforma in uno splendido gol di tacco. In mezzo qualche momento di appannamento, ma è sufficiente.

LAZOVIC: 6,5

Arrembante, ma sa anche sacrificarsi. Trova il primo gol in stagione e regala a Barak un cioccolatino che però il ceco non scarta.

CAPRARI: 6

È in quasi tutte le azioni pericolose del Verona, si guadagna la pagnotta.

LASAGNA: 5,5

Ci prova e si sacrifica pure sull’esterno, ma non trova il guizzo. Il fatto che in occasione del gol gialloblù ci sia anche il suo zampino non basta.

SIMEONE: 5

Un colpo di testa e poco altro. Questa sera non si è visto.

KALINIC: 6

Uno splendido colpo di tacco che per centimetri non diventa un gol o un assist per Ilic, ma anche qualche giocata di livello. Forse potrebbe anche partire dall’inizio.

BARAK: 5,5

Ha due occasioni, una grossa e l’altra colossale, ma se le divora. Ciò, alla fine della fiera, contribuisce al k.o. gialloblù.

TAMEZE: s.v.

TUDOR: 5,5

Se avesse chiuso il primo tempo avanti per 2-0 non ci sarebbe stato nulla da dire, invece si ritrova a dover inseguire. Paga senz’altro il protagonismo arbitrale di Dionisi e una rosa decimata dal Covid, ma una sconfitta casalinga contro l’ultima in classifica fa rumore. Il fatto che Tameze non sia un titolare inamovibile, soprattutto in partite come questa in cui i muscoli servono e non poco, resta poi un mistero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le Pagelle di CalcioHellas