Resta in contatto

News

Bonato: “Di Francesco all’Hellas è un affare per due”

L’e d.s. gialloblù, raggiunto da L’Arena, ha parlato del nuovo allenatore del Verona

Vecchia conoscenza sia dell’Hellas che di Di Francesco (i due hanno lavorato insieme al Sassuolo), Nereo Bonato è senz’altro una della persone più adatte a parlare del “matrimonio” celebrato solo pochi giorni fa in via Olanda: ecco dunque perché i colleghi de L’Arena hanno deciso di raggiungerlo e di scambiare con lui due chiacchiere sul nuovo tecnico gialloblù.

Di seguito, dunque, le principali dichiarazioni rilasciate ai microfoni del quotidiano scaligero dall’ex d.s. del Verona.

LA SCELTA. «Sono contento che Di Francesco sia sia arrivato a Verona. È un affare per due: l’Hellas può dare continuità al lavoro fatto da Juric e il mister può rilanciarsi alla grande. Arriva da momenti poco felici con Sampdoria e Cagliari, ma anche quando arrivò al Sassuolo era reduce dalla non esaltante esperienza con il Lecce».

LA TATTICA. «Eusebio è un ragazzo molto intelligente e sensibile, sa focalizzare le problematiche e ripartire. La difesa a tre? Non l’ha mai utilizzata, però mi ha detto che non getterà a mare il lavoro di Juric, anzi: darà un senso a quanto di bello fatto i gialloblù in queste due stagioni adottando un 3-4-3 o un 3-4-2-1 “alla Di Francesco”. Mi immagino più palleggio e meno pressione alta, oltre a qualcosa di diverso là davanti: il mister, da buon allievo di Zeman, è un amante degli inserimenti e delle catene. Credo che per lui l’Hellas sarà una bella sfida, ma hanno tutto per fare bene anche nella prossima stagione».

IL MERCATO. «Ho letto i giornali e parlo con i colleghi, ma vedo scritte cose improponibili sui social: Defrel per esempio è bravissimo, ma non credo possa andare al Verona. E poi l’Hellas l’investimento l’ha fatto a gennaio con Lasagna! Credo che D’Amico, un d.s. validissimo e che punta molto sui giovani, si muoverà tanto in difesa, cercando poi qualcosina in mezzo e in attacco. Sulle fasce invece la squadra è formidabile: non credo che, tra le squadre in lotta per la salvezza, ce siano altre con due esterni come Faraoni e Lazovic. In generale, comunque, la rosa è già molto competitiva grazie anche a elementi fortissimi come Zaccagni, Barak, Veloso, Faraoni, Tameze e Lazovic. Va solo completata, anche se non so cosa accadrà col portiere: Silvestri è stato fondamentale in queste due stagioni… Le richieste di Di Francesco? Chiederà delle caratteristiche specifiche, ma raramente farà dei nomi».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da News