Resta in contatto

Rubriche

Brescia-Verona 2-0, le pagelle gialloblù di CH

Empereur e Zaccagni sono i migliori dell’Hellas, mentre alcuni dei titolarissimi danno l’impressione di aver bisogno di rifiatare

È senz’altro un k.o. che brucia ma che sembra anche essere piuttosto “accettabile” quello incassato oggi al Rigamonti dal Verona: sembrava infatti solo questione di tempo prima che i gialloblù iniziassero a risentire delle scorie delle tante partite disputate nell’ultimo periodo.

Con questa premessa, andiamo dunque a vedere le pagelle della sfida persa per 2-0 sul campo del Brescia.

SILVESTRI: 5,5. Regala un paio di enormi brividi nel primo tempo, quando viene anche salvato dal palo, rimedia parzialmente con un bell’intervento su Torregrossa nella ripresa. Può poco, invece, sui due gol bresciani.

RRAHMANI: 5,5. Soffre un po’ gli avanti del Brescia, ma bene o male riesce sempre a tenerli a bada. Sfortunato, ma anche decisamente “morbido”, in occasione del gol che chiude il match: il suo tentativo di liberare si trasforma infatti in un rimpallo-assist per Donnarumma. Continuiamo a pensare che abbia bisogno di riposare un po’.

KUMBULLA: 6. Compie qualche buon intervento, ma appare generalmente meno sicuro del solito. Strappa la sufficienza con il salvataggio che arriva subito dopo il palo centrato da Torregrossa.

EMPEREUR: 6,5. Attacca con spirito d’iniziativa e difende con attenzione e grinta. Altra ottima prova per il brasiliano, sacrificato per Stepinski quando Juric prova a recuperarla.

FARAONI: 5,5. Qualche buono spunto, ma sembra lontano dalla forma migliore.

BADU: 5,5. Ci mette impegno, ma non dà mai l’impressione di poter alzare i giri del motore. Spiace dirlo, ma Amrabat è tutta un’altra cosa.

VELOSO: 5,5. Papetti gli salta in testa in occasione del primo gol. Per il resto non riesce a inventare granché, ma visto il numero di minuti che ha disputato ultimamente non ci sembra il caso di essere eccessivamente duri con lui.

LAZOVIC: 6. È senz’altro uno dei più attivi tra le fila gialloblù. Troppo egoista però nel primo tempo, quando spara sull’esterno della rete al posto di servire Di Carmine in mezzo all’area: quell’episodio avrebbe potuto cambiare la partita.

ZACCAGNI: 6,5. Guizzante e vivace come sempre, prende falli e angoli, fa ammonire avversari, va al cross e anche al tiro. Esce dal campo stremato.

BORINI: 6. Un pericoloso rasoterra neutralizzato da Joronen, poi esce per infortunio. Sufficienza d’ufficio, nella speranza che possa recuperare al più presto.

DI CARMINE: 6. Combatte, si sacrifica e si rende pericoloso in paio di occasioni. Un’insufficienza ci parrebbe ingenerosa.

VERRE: 5,5. Ha suoi piedi la palla del pareggio, ma spara in bocca a Joronen. Per il resto non si vede granché…

LUCAS: 6. Esordio in prima squadra per il capitano della Primavera, il quale dimostra una buona personalità e si rende pericoloso con un buon tiro da fuori.

DIMARCO: 6. Discreto impatto sul match per lui: ci mette voglia e corsa, anche se a volte pare un po’ troppo “frenetico”. Peccato per la gran botta che sfiora l’incrocio: avrebbe meritato miglior fortuna.

PAZZINI: 6. Fa quasi il rifinitore, cercando di giocare di sponda e di liberare i compagni alla conclusione. Fa il suo.

STEPINSKI: 5,5. Entra insieme a Pazzini, ma si vede decisamente meno rispetto al capitano.

JURIC: 6. La sua squadra inizia a patire la serie di impegni ravvicinati e lui ne è ben consapevole. Fa quel che può con ciò che ha a disposizione, francamente rimproverargli qualcosa vorrebbe dire non avere coscienza di quanto fatto finora e della situazione che la squadra si trova ad affrontare.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche