Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Milan-Verona, le pagelle gialloblù di CH

Grandi ritorni in campo per Günter e Zaccagni, mentre Verre si vede pochino. L’intervento di Amrabat è invece sciagurato

Un punto d’oro quello che l’Hellas strappa a San Siro dopo una prestazione di grande grinta e cuore: ottime le prove di molti dei ragazzi di Juric, ma c’è anche chi si è visto meno di altri.

Di seguito, dunque, le nostre pagelle.

SILVESTRI: 6. Un paio di incertezze a cui comunque vengono messe altrettante pezze, ma anche qualche buon intervento. Astuto quando prende tempo, anche se alla fine gli costa il giallo.

RRAHMANI: 6. Rebic è un osso duro e ogni tanto lo fa sbandare pericolosamente: raramente l’abbiamo visto così in difficoltà, ma in un modo o nell’altro riesce sempre a recuperare. Si fa poi vedere in avanti con un colpo di testa, l’ennesimo in stagione, che crea grattacapi pur senza trasformarsi in gol o assist.

GÜNTER: 7. Si immola su un numero incalcolabile di tiri degli avversari. Ottimo ritorno in campo.

KUMBULLA: 6,5. Contribuisce a tenere sul il muro dell’Hellas, e quando serve spazza alla vecchia maniera. Efficace e bravo quando nel secondo tempo devia il tiro di Castillejo sul palo.

FARAONI: 7. Il movimento sul gol del vantaggio è da consumato numero 9, poi spinge quando deve spingere e difende quando deve difendere. Anche lui, come Günter, si immola su un paio di conclusioni avversarie.

AMRABAT: 5,5. Macchia un’ottima prestazione con un fallaccio che costringe i suoi a soffrire 25 minuti in inferiorità numerica. Peccato: chissà cosa sarebbe successo in undici contro undici…

VELOSO: 6,5. Oggi si vede più in fase di interdizione che in quella di impostazione. Provvidenziali un paio di suoi interventi che, probabilmente, salvano due gol fatti.

LAZOVIC: 6,5. Da un suo cross nasce il palo di Pessina. Bravo a capire la situazione e ad arretrare il proprio raggio d’azione quando l’Hellas resta in inferiorità numerica.

PESSINA: 7. Quando ha la palla sembra sempre poter creare qualcosa di pericoloso. È tra i più continui tra i suoi e centra anche un palo di testa. Altra ottima prestazione, anche se l’ammonizione era evitabile.

ZACCAGNI: 7. Assist, palo e un paio di azioni straripanti che creano più di un grattacapo al Milan. Avesse segnato, sarebbe stato un rientro perfetto.

VERRE: 5,5. Un bel tiro a giro di poco fuori, per il resto non si vede moltissimo. Sfortunato quando devia il pallone calciato da Çalhanoğlu e spiazza Silvestri.

BORINI: 6. Buon impatto sul match con l’Hellas in dieci. Il fallo tattico speso in pieno recupero odora di esperienza da tutti i pori.

DAWIDOWICZ: s.v.

JURIC: 6,5. L’espulsione non lo scompone più di tanto, e infatti non prova a coprirsi ma butta dentro Borini. Aaah, se fosse entrato il colpo di testa di Pessina o il tiro di Zaccagni…

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rubriche