Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA CH – Navas: “Mi ispiro a Nainggolan. Allenarsi con Pazzini un sogno. Grosso mi ha detto…”

Le dichiarazioni del giovane centrocampista in prestito alla Paganese, acquistato dall’Hellas nel calciomercato invernale

Tra i giocatori acquistati dall’Hellas Verona nel mercato di gennaio c’è anche Gaetano Navas. Mediano classe 1997 prelevato dal ds D’Amico dalla Reggina e immediatamente ceduto in prestito alla Paganese, per poi valutarlo nel prossimo ritiro estivo. Per conoscerlo meglio la nostra Redazione ha deciso di contattare direttamente il giovane centrocampista.

Di seguito dunque la nostra intervista esclusiva al giovane centrocampista.

Come procede la tua avventura alla Paganese?
«Bene, purtroppo la classifica ci condanna, però abbastanza bene per il resto. L’obiettivo della stagione è provare il tutto per tutto per salvarci, oppure quantomeno disputare i play-out, anche se non è facile…».

Cosa non ha funzionato nella tua esperienza alla Reggina?
«Ogni allenatore fa le sue scelte, ed evidentemente quello della Reggina preferiva altri rispetto a me, soltanto questo”.

Quali sensazioni hai avuto quando hai saputo dell’Hellas Verona?
«È successo tutto all’improvviso: mi trovavo a Napoli e il mio procuratore mi ha detto che dovevamo andare a Verona. Io ero all’insaputa di tutto ed è stata un’emozione bellissima. Quando mi sono allenato con loro ho realizzato un piccolo sogno: allenarsi con Pazzini, Marrone e tanti altri è un onore. Soprattutto essere allenato da Fabio Grosso, anche se per pochissimo tempo, è stata un’esperienza fantastica ».

C’erano altri club interessati?
«Si, ma ho deciso di andare a Pagani per mettermi in mostra. A Reggio ho trovato pochissimo spazio e avevo bisogno di andare vicino casa. Prima che arrivasse la chiamata del Verona c’erano diverse squadre, però appena  il mio procuratore mi ha detto della possibilità dell’Hellas non ci ho pensato neanche un secondo».

Che impressione ti hanno fatto la sede e il centro sportivo?
«Sembrava di stare in Serie A perché è “devastante” e bellissimo. Un centro sportivo così si trova da poche parti».

Hai avuto modo anche di parlare con Grosso?
«Si, quando me ne stavo andando mi ha detto sorridendo “Già vai via Gaetano?” e gli ho spiegato che andavo a giocare a Pagani vicino casa e lui mi ha risposto “In bocca al lupo e continua così!”. In allenamento mi spronava e sinceramente mi ha fatto molto piacere, soprattutto perché sentirlo dalla bocca di un campione per me è un piacere e un onore».

Quali sono le tue caratteristiche?
«Sono un centrocampista di rottura, la qualità la lascio agli altri (ride, ndr)».

C’è un giocatore a cui ti ispiri?
«Mi piace molto Nainggolan, anche se è difficile imitarlo perché è un grande giocatore».

Il tuo sogno più grande?
«Arrivare in Serie A. Tutti i giorni mi alleno al massimo per raggiungere questo obiettivo».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive