Resta in contatto

Rubriche

Verona-Venezia, la probabile formazione gialloblù di CH

Non ha grandi alternative Fabio Grosso, che però rispetto al Lecce potrebbe cambiare qualcosa

Vincere per ricominciare subito la corsa: è questa l’idea espressa in conferenza stampa da Fabio Grosso, il quale per il match di domani dovrà tuttavia nuovamente fare a meno di moltissimi giocatori.

Il tecnico gialloblù rispetto a Lecce recupererà infatti solamente Empereur, di ritorno dalla squalifica, e un Di Carmine a mezzo servizio che (salvo emergenze) difficilmente si alzerà dalla panchina.

Con queste premesse, andiamo quindi ad analizzare quale potrebbe essere lo schieramento di partenza del tecnico gialloblù.

DIFESA TITOLARE. Non dovrebbero esserci grosse sorprese per quanto riguarda modulo (4-3-3) e difesa, con il solito quartetto FaraoniBianchettiDawidowiczVitale davanti a Silvestri. Occhio però al polacco, che essendo diffidato rischia di saltare il match in casa del Perugia.

CENTROCAMPO OBBLIGATO. Se Faraoni verrà effettivamente schierato nella sua naturale posizione di terzino, pochi dubbi sulla mediana: a centrocampo andrebbero per forza di cose Henderson, Colombatto e Gustafson, gli unici centrocampisti di ruolo rimasti tra le fila della prima squadra gialloblù. L’alternativa sarebbe l’adattamento di Laribi, che però noi vediamo meglio nel tridente.

DI GAUDIO OUT? Con Pazzini praticamente sicuro di fungere da terminale offensivo del tridente gialloblù, resta da vedere chi sarà ad affiancarlo. Noi optiamo per Lee e il già citato Laribi, il quale, dopo essere (fortunosamente) tornato al gol martedì scorso, scalzerebbe un Di Gaudio apparso piuttosto spento nelle ultime uscite: probabile però che, in caso di necessità, l’esterno ex Parma possa entrare nella ripresa per fungere da “spacca-partita”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche