Resta in contatto

Esclusive

Qui Perugia, Cantarini: “Temiamo il goal dell’ex, ma finisce 1-1”

Abbiamo fatto due chiacchiere con il collega di CalcioGrifo, che ci ha presentato la gara dal punto di vista biancorosso

Manca sempre meno alla partita che domani vedrà impegnati Verona e Perugia sul campo del Bentegodi.

Ma che match ci aspetta? E soprattutto, che squadra arriverà a sfidare l’Hellas?

Per avere un po’ di chiarezza, abbiamo quindi contattato Domenico Cantarini, giornalista di CalcioGrifo, che ci ha raccontato qualcosa sui prossimi avversari dei gialloblù.

Ecco quindi le sue parole.

È stato un inizio di campionato piuttosto altalenante quello del Perugia: che “Grifo” si presenterà domani al Bentegodi?
«Sul piano dell’identità tattica arriva un Perugia in salute che, nelle ultime due partite, sembra aver trovato la sua strada. Il morale invece non è alle stelle perché i risultati stentano ad arrivare. Nell’ultima uscita a Salerno la squadra di Nesta ha probabilmente giocato la miglior partita della stagione, eppure non ha riportato a casa punti. Infine l’organico è un po’ ridotto dalle squalifiche di Gyomber e Bianco e dagli infortuni di Han e Mustacchio, tutti elementi di primo piano nella rosa».

Quale sarà l’atteggiamento del Perugia: secondo te verrà a Verona a giocarsela o potrebbe anche provare ad accontentarsi di un pareggio?
«La filosofia è chiara e credo che il Perugia proverà comunque a giocarsela. È chiaro che la qualità dell’avversario potrebbe anche costringere la formazione di Nesta sulla difensiva ma, di partenza, penso proverà ad imporre il proprio gioco. In definitiva, però, il “Grifo” ha bisogno di punti».

Secondo te chi è il “nemico pubblico numero 1” tra i gialloblù? E chi saranno i protagonisti della sfida?
«Di Carmine a Perugia è un’istituzione. Ha raggiunto il record di reti con la maglia biancorossa in Serie B e l’addio estivo è stato traumatico. Ha dato molto e ricevuto altrettanto. Sul piano tecnico a Perugia è cresciuto molto negli anni e penso possa essere decisivo nella gara da ex. Però, tra gli uomini di Grosso, Pazzini resta un lusso per la categoria. Nella squadra di Nesta credo possa essere la partita di Verre».

Pronostico?
«Una partita bella e ricca di emozioni. Finisce 1-1».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive