Resta in contatto

News

Serie B a 19: la delusione delle escluse

Logo Serie B

Il Catania ha già presentato ricorso al TFN, le altre probabilmente lo faranno in giornata

Se da un lato la sentenza del CONI è stata accolta con soddisfazione (quasi sollievo), dall’altra parte della barricata la battaglia è ben lontana dal concludersi.

Praticamente tutte le “escluse” non hanno infatti tardato a dire la loro, a partire dal Catania, che nei giorni scorsi aveva già presentato ricorso al Tribunale Federale Nazionale.

Andiamo quindi a vedere quali sono state le reazioni delle “grandi deluse“.

ETNEI GIÀ A PROCESSO. «[…] Il Calcio Catania, unica società tra le “ripescabili” ad essersi rivolta al Giudice di primo grado in merito alla chiara illegittimità delle suddette delibere del Commissario, evidentemente viziate sul piano formale e sostanziale, confida adesso nell’accoglimento delle istanze per la tutela del format della Serie B a 22 e per la conseguente immediata ammissione al campionato di Serie B delle tre società “ripescabili” aventi diritto. Il Tribunale Federale Nazionale, come noto, ha fissato l’udienza del 12 settembre, con inizio alle ore 14.00, per la trattazione del ricorso del Calcio Catania». Dalle parti di Catania un po’ se l’aspettavano, e infatti già nei giorni scorsi la Società aveva presentato ricorso anche al TFN. Data dell’udienza? Oggi, ore 14.

DICHIARAZIONI DI GUERRA. Quasi sicuramente anche Pro Vercelli, Siena e Ternana faranno ricorso. L’avvocato delle Bianche Casacche, Cesare Di Cintio, promette battagliaSi tratta di una decisione controversa che merita di essere impugnata, cosa che consiglierò di fare alla Società»), così come il comunicato ufficiale dei toscani e il patron rosso-verde, il quale, pur avendo abbandonato la speranza di poter giocare il campionato di Serie B 2018/2019, andrà in tribunale con l’unico scopo di togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

SILENZIO. Nessuna dichiarazione sembra invece arrivare da Virtus Entella e Novara, ma appare probabile che anche loro, alla fine, ricorreranno più per cercare di ottenere un eventuale risarcimento danni che per altro.

Non ci resta quindi che aspettare: nonostante l’ennesima battaglia appena conclusasi, la guerra, in Serie B, non è ancora finita.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News