Calcio Hellas
Sito appartenente al Network

Il Pagellone di fine 2023: la difesa

Montipò, Dawidowicz e Magnani tengono botta, Faraoni e Coppola no

Dopo un avvio di stagione di altissimo livello, il Verona si è impantanato e, come l’anno scorso, si ritroverà probabilmente a lottare fino all’ultimo per rimanere in Serie A.

Al termine del 2023, dopo sei mesi di gestione Baroni, è dunque giunto il momento di tracciare una prima linea e di dare una valutazione a quanto visto sin qui attraverso il nostro consueto Pagellone.

Cominciamo come di consueto con la difesa, per poi spostarci su centrocampo, attacco e staff.

MONTIPÒ: 6,5

Quasi sempre incolpevole nelle sconfitte, in occasione delle quali ha solitamente limitato il passivo con ottimi interventi, spesso decisivo quando il Verona ha fatto punti. Dopo la scorsa stagione, si sta confermando su buoni livelli.

CHIESA: s.v.

Quarto portiere, difficile mettersi in mostra. A gennaio potrebbe partire in prestito?

BERARDI: s.v.

L’ingrato ruolo del terzo portiere. Sappiamo però che il suo peso specifico nello spogliatoio è enorme.

PERILLI: 6

Chiamato in causa in Coppa Italia contro il Bologna, ha fatto il suo.

AMIONE: 5,5

Buttato nella mischia soprattutto nel momento numericamente emergenziale della difesa, ha alternato buonissime prestazioni ad altre da dimenticare. Il ragazzo ha grinta, voglia e può crescere molto, ma al momento appare ancora abbastanza acerbo. Se non dovessero arrivare rinforzi in difesa, nella seconda metà di stagione potrebbe anche ritrovare più spazio.

DOIG: 5,5

Altalenante, anche a causa dell’infortunio che l’ha tenuto ai box tra fine settembre e la prima metà di ottobre. Sicuramente è un lontano parente del bell’esterno ammirato nella prima metà della scorsa stagione. Speriamo che in questo nuovo ruolo nella difesa a quattro (in cui sin qui non ha demeritato) gli faccia bene, da lui ci aspettiamo tanto. Certo, sempre se rimarrà a Verona…

FARAONI: 5

Ha l’attenuante degli infortuni, ma fino a un certo punto: il capitano inizia a sentire le primavere sulle spalle e non sembra più essere sostenuto dalla gamba che l’ha contraddistinto nelle ultime stagioni. Baroni l’ha relegato a seconda (se non terza) scelta per la fascia destra, il che è abbastanza emblematico… Anche lui, comunque, è nella lista dei giocatori non sicuri di rimanere.

HIEN: 5,5

Nelle prime gare di campionato sembrava il roccioso difensore già ammirato nella scorsa stagione. Andando avanti anche lui è però stato vittima di infortuni e, quando rientrato, ha pagato una situazione di squadra non ottimale e magari qualche indiscreta voce di calciomercato. Quella contro la Salernitana è stata la sua ultima partita in gialloblù: speriamo di non sentirne troppo la mancanza…

MAGNANI: 6

Come ogni anno parte in sordina per poi rivelarsi uno dei giocatori più affidabili. Qualche passaggio a vuoto c’è, come per tutti, ma (nonostante qualche acciacco) l’ex Sassuolo si sta facendo valere anche in questa stagione.

DAWIDOWICZ: 6,5

Probabilmente sin qui il migliore tra i centrali a disposizione di Baroni, oltre a essere quello che incarna meglio lo spirito Hellas: magari non sarà stilisticamente bello da vedere, ma è sempre dove c’è da battagliare e non ti tira mai indietro, risultando spesso molto efficace. Peccato che anche lui sia stato vittima di qualche problemino fisico, un’autentica piaga in questa stagione del Verona.

CABAL: s.v.

Il ragazzo ha giocato qualcosa come mezz’ora in totale, distribuita in quattro spezzoni di gara, quindi è troppo poco per giudicarlo. Vogliamo però spendere due parole su di lui. Quando è entrato l’ha infatti sempre fatto con grande voglia e grinta, anche quando ha avuto a disposizione pochissimi minuti. Viste le buone cose fatte intravedere l’anno scorso, probabilmente meriterebbe maggior considerazione.

COPPOLA: 5

Quando chiamato in causa ha sempre dato l’impressione di faticare parecchio. L’impressione è che abbia bisogno di farsi le ossa in una categoria inferiore.

 

Il Pagellone del centrocampo, clicca QUI!…

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Difesa già scarsa lo scorso campionato, nessun nuovo arrivo, solo Amione rientrato dal prestito che sinceramente non è un giocatore da Serie A. Indubbiamente essere partiti con l’idea di cambiare modulo dai 3 centrali aila difesa a 4 senza avere i terzini di fascia adatti è stato compromettente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Sotto 0

Granco
Granco
1 mese fa

Giudizi corretti, forse pavel e Jack uguali.

Articoli correlati

Serdar il migliore in una partita opaca decisa da un'uscita sbagliata di Montipò...
L'Hellas trova un buonissimo punto contro la Vecchia Signora. Folorunsho fa il fenomeno, ma bene...
Il Verona non strappa applausi, ma alla fine trova un punto che smuove la classifica...

Dal Network

L'espulsione a tempo sarà testata in Inghilterra, ma Ceferin non è convinto e la FIFA...
Verona beffato: il difensore sta per diventare un giocatore granata...
Calcio Hellas