Resta in contatto

News

Andrea D’Amico: “Setti è un valorizzatore, ma non ci si può addormentare”

L’agente veronese, raggiunto da L’Arena, ha parlato dell’Hellas e della proprietà gialloblù

L’interesse per il Verona, Setti e la cessione di Caprari: questi gli argomenti più interessanti toccati da Andrea D’Amico durante l’ultima concessa ai colleghi de L’Arena.

Di seguito, dunque, le sue principali dichiarazioni.

IL CLUB. «L’Hellas non ha ancora richiamato investitori esteri, ma a volte dipende solo dalle circostanze. Verona comunque suscita molto interesse per bellezza e vivibilità della città. Non dimentichiamo poi che è stata l’unica “provinciale” ad aver vinto lo scudetto».

IL PRESIDENTE. «Setti è stato molto bravo, dalla promozione con Aglietti ha saputo mantenere la squadra in Serie A, valorizzando giocatori e allenatori. Dicono che l’Hellas di oggi sia merito di Juric, ma io credo che sia stato il Verona a dare a Juric una grande opportunità. Setti è un grande valorizzatore, ma non ci si può addormentare: se fai un passo falso e retrocedi ti ritrovi in realtà del tutto diverse, quindi servirà essere sempre competitivi».

CAPRARI. «Un club deve cercare di ottimizzare le risorse, soprattutto in una situazione come quella attuale. Impossibile trattenere uno come Caprari senza la certezza che abbia quel rendimento con un allenatore e un contesto diversi».

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News