Resta in contatto

Rubriche

Verona-Torino 0-1, le pagelle gialloblù di CH

Bene Montipò e Tameze, il terzetto d’attacco invece fatica a creare reali pericoli alla difesa granata

Un Verona nervoso e meno frizzante del solito cade in casa contro un Torino più cinico e bravo nell’impedire ai gialloblù di rendersi pericolosi.

A salvarsi sono in pochi, ma c’è anche chi, come Montipò e Tameze, vanno ben oltre la sufficienza. Male invece gli attaccanti, sostanzialmente mai in grado di creare grattacapi alla retroguardia granata.

Di seguito, dunque, le nostre pagelle gialloblù dell’incontro.

MONTIPÒ: 6,5

Interventi che trasmettono sicurezza, si supera su Zima. C’era fuorigioco, ma l’intervento è comunque notevole. Può invece poco sul gran gol di Brekalo.

CASALE: 6

Nel primo tempo scricchiola, meglio nella ripresa. Salvo.

GÜNTER: 5,5

Abbastanza in difficoltà, Tudor lo sostituisce quando si ritrova con due centrali su tre ammoniti.

CECCHERINI: 6

Fa sentire i tacchetti a tutti gli attaccanti del Toro. Più ruvido rispetto al solito, ma in gare ad alto tasso agonistico come questa ci sta.

DEPAOLI: 5

Non ci capisce granché, fulminato da Brekalo in occasione del gol. In avanti spreca parecchio.

TAMEZE: 6,5

Solita generosità, è l’unico che dà l’impressione di averne per tutta la gara. Esce tra gli applausi.

ILIC: 5,5

Un buon numero nel primo tempo e poco altro.

LAZOVIC: 5,5

Un po’ contratto, ha una buona occasione ma calcia centralissimo.

LASAGNA: 5

Nel primo tempo offre un paio di sgroppate delle sue, poi sparisce dai radar.

CAPRARI: 5,5

Prende qualche fallo, ma come tutto il resto dell’attacco è poco ispirato.

SIMEONE: 5

Lotta come richiede la partita, ma in fase offensiva è evanescente.

SUTALO: 6

Entra per coprire e più di tanto non soffre.

CANCELLIERI: 6

Non crea granché, ma non ha nemmeno tanto tempo per entrare in partita.

HONGLA: 6

Fa quel che può.

FRABOTTA: 6

Vale bene o male lo stesso discorso fatto per Cancellieri.

DAWIDOWICZ: s.v.

Poco per valutarlo, ma che piacere rivederlo in campo!

TUDOR: 5,5

Il suo Verona è stanco e privo di due elementi importanti come Faraoni e Barak, ma appare un po’ troppo spento. Continuiamo a pensare che dare qualche chance in più a chi sin qui ha giocato poco potrebbe essere una buona scelta.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rubriche