Resta in contatto

Le Pagelle di CalcioHellas

Verona-Inter, le pagelle gialloblù di CH

Ilic personalità e qualità. I cambi non aiutano Di Francesco per un buon Hellas che perde nel finale

Seconda sconfitta per i gialloblù in campionato, che perdono 3-1 al Bentegodi dopo un primo tempo chiuso in vantaggio grazie alla rete di Ilic. Queste le nostre pagelle:

Montipò: 6. Viene preferito a Pandur ed è incolpevole sul primo gol dell’Inter, appare non troppo reattivo sul colpo di testa di Correa, niente da fare sul terzo gol dei nerazzurri. Ottimi interventi sulla conclusione nei minuti iniziali di Lautaro e sul tiro in diagonale di Bastoni.

Günter: 6,5. Ottima prova per il centrale ex Galatasaray e Genoa. Il più pericoloso sui calci d’angolo a favore. Solido in difesa e ordinato nell’impostazione. A inizio ripresa Hongla lo manda fuori tempo liberando di fatto Lautaro per il pareggio nerazzurro.

Magnani: 6. Vince molti duelli aerei con gli avversari dimostrando temperamento e senso della posizione. Viene ammonito nel tentativo di anticipare Dzeko al 28′ ma il cartellino giallo non gli pesa (dal 76’ Dawidowicz: 5. Perde il duello aereo con Correa in occasione della rete del vantaggio nerazzurro).

Ceccherini: 6,5. Partita di grande temperamento e molti interventi ruvidi. Si spinge molto spesso anche in avanti, ma è costretto a uscire per un colpo alla caviglia subito nel primo tempo (dal 54’ Casale: 6. Buon impatto dell’ex Empoli alla seconda partita in Serie A).

Faraoni: 6. Inizio da incubo con Perisic che vince tutti i duelli, poi  però prende le giuste misure con l’esterno croato acquisendo maggiore sicurezza. Esce per crampi nella ripresa. (dal 76′ Sutalo: s.v.)

Hongla: 5,5.  Della sua partita rimane soprattutto la fotografia del colpo di testa che favorisce Lautaro per il gol dell’1-1. Perde qualche pallone all’inizio, ma poi riesce a sporcare le linee di passaggio nerazzurre. (dal 76’ Tameze: s.v.).

Ilic: 6,5. Sfrutta una leggerezza di Handanovic recuperando palla su Brozovic e superando l’estremo difensore nerazzurro con un delicato pallonetto. Prestazione di personalità e qualità in mezzo al campo, impreziosita con la bella giocata sulla fascia nel finale con tocco di suola e tunnel di tacco su Vidal.

Cancellieri: 5,5. Di Francesco gli rinnova la fiducia e lui lo ripaga con una prestazione di sacrificio. Si dimostra sfrontato nel puntare l’avversario, peccato per la conclusione alta nel primo tempo da buona posizione (dal 62’ Lasagna: 5. Il suo ingresso non incide)

Zaccagni: 6. Lo si trova sempre a pungere dalla fascia sinistra dialogando molto con Lazovic e mettendo in difficoltà la retroguardia dell’Inter con la sua qualità. Gara impreziosita da qualche lampo di qualità come il sombrero in mezzo al campo nella ripresa.

Lazovic: 6. Con Zaccagni forma una catena di sinistra collaudata, ma è meno incisivo rispetto ad altre volte anche per colpa dell’avversario.

Barak: 5,5. Si accentra di più entrando nel vivo della manovra gialloblu. È il vero punto di riferimento in avanti e l’uomo di peso in un attacco senza centravanti. Ci mette il fisico e qualità, ma la migliore condizione è ancora lontana. Poco lucido in alcune occasioni.

Di Francesco: 5,5. In attesa del Cholito prova a sorprendere l’Inter con un attacco spuntato e la squadra regge per più di un’ora, ma viene battuto dalla doppietta di Correa e soprattutto dalla differenza nel valore dei cambi.

27 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
27 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le Pagelle di CalcioHellas