Resta in contatto

Esclusive

Ag. Vojvoda a CH: “Ne avevo parlato con il Verona. Hellas già salvo, il Torino può fare risultato”

Le dichiarazioni del procuratore del terzino granata in vista della gara di domenica al Bentegodi

Domenica al Bentegodi arriva il Torino e per il Verona sarà l’occasione per tornare alla vittoria dopo 5 turni. La squadra di Nicola è reduce dal successo contro il Parma grazie al gol decisivo di Mërgim Vojvoda. L’ex Stadard Liegi, dopo un alcuni problemi fisici e la crescita del giovane Singo, si è ripreso il posto da titolare sulla fascia destra e con la sua rete contro i ducali ha permesso al Toro di superare Spezia e Cagliari in classifica. Per avvicinarci alla gara contro i granata, CalcioHellas.it ha contattato in esclusiva Adrian Ailaj, agente del terzino kosovaro:

Che partita si aspetta domenica tra Verona e Torino?
“Giocare contro l’Hellas a Verona è difficile per tutti perché è una squadra costruita bene, organizzata e aggressiva. L’unico aspetto positivo per il Toro è che il Verona ha già ottenuto la salvezza e non ha particolari pressioni, e Juric sta facendo giocare qualche giocatore che ha avuto meno spazio. Può essere una chance per il Torino”.

Anche se il Verona sta vivendo una piccola crisi ed è chiamato a una reazione…
“L’Hellas è una società per cui nutro tanto rispetto perché Juric e D’Amico hanno fatto un lavoro fantastico negli ultimi due anni. Adesso non stanno ottenendo risultati, ma non è un momento complicato per loro visto che si sono salvati. Rimane una squadra costruita bene e una società organizzata e non è facile farlo in Serie A: loro ci sono riusciti nonostante i tanti giocatori che avevano ceduto la scorsa estate”.

Il Torino è reduce dall’1-0 contro il Parma deciso dal gol del suo assistito, Mërgim Vojvoda: come commenta la sua stagione?
Vojvoda è arrivato al Torino quando il ritiro era già iniziato con Giampaolo, ma sono contento del suo primo anno in Serie A. Vojvoda è un ragazzo fantastico e un grande professionista che imparato l’italiano in 2-3 mesi ed è già titolare, adesso ha anche segnato un gol molto importante in chiave salvezza. Lui è felice al Torino, l’unica cosa che gli manca sono i tifosi sugli spalti perché non ha ancora potuto sentire l’atmosfera del calcio italiano”.

La scorsa estate era stato accostato a molte società, c’era anche il Verona?
Ne avevo parlato con Atalanta e Verona, ma alla fine abbiamo scelto il Torino e siamo contenti”.

Due anni fa è arrivato Rrahmani, quest’anno Vojvoda, c’è qualche kosovaro che ti sentiresti di segnalare ai club italiani?
“Emir Sahiti dell’Hajduk Spalato ma in prestito all’HNK Sibenik. È un centrocampista dinamico che può giocare anche come esterno, forte nell’uno contro uno e aggressivo. Non costa tanto, ha 22 anni e secondo me ha le qualità per giocare in Italia”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Mingo
Mingo
1 mese fa

/=\

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Allora altri punti regalati visto che siamo già salvi.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

2 fisso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Aia!!! Doppi sensi ….

Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Esclusive