Resta in contatto

Le Pagelle di CalcioHellas

Verona-Fiorentina 1-2, le pagelle gialloblù di CH

Il Verona manca soprattutto in avanti. Bene Günter e Salcedo, stecca Ilic

Un primo tempo di buon livello terminato con un immeritato vantaggio e una ripresa in cui la reazione è stata insufficiente: potremmo riassumere così la serata dell’Hellas in quel del Bentegodi.

Con questa premessa, ecco dunque le pagelle gialloblù di VeronaFiorentina.

SILVESTRI: 6

Incolpevole sui gol, per il resto serata tutto sommato tranquilla condita da qualche buon intervento.

DAWIDOWICZ: 6

Gioca una partita tutto onesta. Difficile attribuirgli qualche specifica colpa.

GÜNTER: 6,5

Prestazione solida del turco-tedesco: Vlahovic è un cliente ostico, ma spesso e volentieri a vincere il duello è il difensore gialloblù. Sfortunato quando il pallone che respinge sbatte sulla schiena del numero 9 della Viola, ma non è colpa sua.

DIMARCO: 5,5

Qualche buona sovrapposizione, ma in quella zona di campo appare sempre “sacrificato”.

FARAONI: 6

Prova sufficiente anche grazie all’assist per Salcedo.

ILIC: 5

Avulso dal gioco, tocca pochissimi palloni e quei pochi gli arrivano non riesce a smistarli con qualità. Chance sprecata.

TAMEZE: 5,5

Qualche duello fisico con il “predecessore” Amrabat, ma poco altro.

LAZOVIC: 5,5

Parte benino, poi si spegne. Completamente messo fuori gioco dalla finta di Venuti in occasione del rigore assegnato alla Viola.

BARAK: 5,5

Non particolarmente vivace, causa anche il rigore in favore della viola. Bell’intervento in area nel primo tempo, ma è l’unica cosa davvero positiva del suo match.

BESSA: 6

Primo tempo guizzante, cala un po’ nel secondo. Comunque sufficiente, anche se si mangia un gol.

LASAGNA: 5,5

Prima frazione da 6,5, ripresa da 5: facciamo una media e arrotondiamo per difetto visto il risultato finale.

SALCEDO: 6,5

Entra con la voglia di spaccare il mondo e trova il gol della speranza.

ZACCAGNI: 6

Impatto positivo: si procura qualche fallo ed è dai suoi piedi che nasce l’azione del gol di Salcedo.

STURARO: 5,5

Il suo ingresso non cambia granché.

MAGNANI: 6

Non sbanda.

KALINIC: 5,5

Come nel caso di Sturaro, il suo ingresso non sposta gli equilibri.

JURIC: 5,5

L’impressione è che più di qualcuno abbia esaurito le energie mentali: arrivati a questo punto, forse si potrebbe osare un po’ di più e “rischiare” qualcuno dei giocatori poco impiegati finora.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le Pagelle di CalcioHellas