Resta in contatto

Esclusive

Ag. Rüegg a CH: “È stata una trattativa complicata. Verona piazza giusta per crescere”

Le dichiarazioni in esclusiva dell’agente dell’esterno destro svizzero proveniente dallo Zurigo

Nella giornata di ieri l’Hellas Verona ha ufficializzato l’arrivo a titolo definitivo dallo Zurigo di Kevin Rüegg. Il terzino destro, dopo essersi sottoposto alle visite mediche, ha ricevuto la chiamata dalla nazionale U21 svizzera per le due gare di qualificazione all’Europeo U21 contro la Slovacchia. Il classe 1998 negli ultimi giorni era stato accostato anche a Real Betis e Siviglia, ma il ds D’Amico è riuscito a superare la concorrenza spagnola facendo firmare un contratto fino al 2025 al laterale elvetico. Per conoscere meglio il giocatore e per un commento sulla trattativa, CalcioHellas.it ha contattato in esclusiva il suo procuratore, Baykal Bellusci:

Come commenta il trasferimento di Rüegg al Verona?
“È stata una trattativa molto difficile. È stato complicato trovare un accordo tra i club, ma dopo due-tre giorni abbiamo trovato l’intesa. Siamo molto contenti, soprattutto per il giocatore. Verona rappresenta uno step perfetto per la sua carriera. Avevamo altre opzioni, c’erano dei grandi club interessati, ma per un giovane che lascia per la prima volta la Svizzera è importante imparare la lingua e confrontarsi con altre persone e con altre culture. Verona è davvero una bella città, vicina a Milano e alla Svizzera, quindi credo sia stata una buona decisione accettare l’offerta dell’Hellas Verona”.

Quali sono i suoi punti di forza e in cosa crede che deve migliorare?
“Si tratta di un terzino che può giocare in una difesa a tre o a quattro sulla  fascia destra. Alcune volte ha giocato anche da centrocampista perché è aggressivo ed è bravo nel riconquistare il pallone e a rigiocarlo in modo semplice. Per gli avversari è difficile contrastarlo perché è molto forte sulle gambe. È un giocatore dinamico, bravo nell’uno contro uno sia in fase difensiva che in fase offensiva. Sono sicuro che farà bene a Verona. Su ciò che deve migliorare, Rüegg deve essere più decisivo in fase offensiva con i gol e gli assist. Sulla fase difensiva credo che ci penserà l’allenatore, che è davvero molto bravo e un gran lavoratore: questo è molto importante per un giovane che arriva dall’estero”.

Crede che sia già pronto per la Serie A?
“È giovane ma in Svizzera era troppo forte e non avrebbe raggiunto il 100% del suo potenziale. Credo che in Italia potrà crescere molto confrontandosi con i suoi compagni di squadra e contro avversari forti come Juventus, Napoli, Fiorentina, Inter: sarà davvero eccitante vedere queste partite. È il capitano della nazionale U21 svizzera e adesso giocherà le qualificazioni al prossimo Europeo. Queste partite sono importanti per la sua crescita e la sua esperienza internazionale, ma il 9 o il 10 settembre sarà a Verona per allenarsi. Sicuramente lui è pronto per giocare, ma ci sono anche altri giocatori nel suo ruolo e io non voglio mettere pressioni perché sono decisioni che spettano all’allenatore. Lui è forte mentalmente e se dopo qualche giorno Juric gli dirà di giocare si farà trovare pronto”.

Quali sono i suoi obiettivi per questa stagione?
“L’obiettivo di Kevin è ambientarsi velocemente, imparare la lingua italiana perché è importante, farsi vedere negli allenamenti per diventare titolare e giocare tante partite. Al Verona ci sono buoni giocatori e un ottimo allenatore, l’obiettivo è arrivare in alto, provando a migliorare la classifica dello scorso campionato. Anche la nazionale è importante, ma prima deve fare bene con il club”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Leo Panzer
Leo Panzer
2 mesi fa

Calciatore di personalità, farà bene.🖒

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive