Resta in contatto

Esclusive

ESC. CH – Ancora AlonsoGrayfox: “Salcedo è la mia punta di diamante. Mi piacerebbe sfidarlo…”

La seconda parte della nostra intervista esclusiva al pro-player gialloblù

Dopo una prima parte (la trovate QUI) in cui Alfonso Mereu, in arte AlonsoGrayfox, ci ha introdotti al mondo eSports, ecco una secondo parte più strettamente legata alla sua esperienza all’Hellas.

Di seguito, dunque, la seconda parte della nostra intervista integrale al pro-player gialloblù

Dopo la Nazionale, è arrivato anche il Verona…
«Una volta terminate le selezioni per l’Italia, le varie società professionistiche hanno iniziato a interessarsi a noi, e non nego di aver ricevuto più di un’offerta. Quella dell’Hellas è però quella che mi ha convinto di più: c’è un progetto concreto, i dirigenti hanno un bel modo pensare e hanno dimostrato di puntare molto su di me, quindi ci ho impiegato poco ad accettare».

Di lì a poco sarebbe anche dovuta partire la eSerie A, che però si è arenata. Avete novità a riguardo?
«L’epidemia purtroppo ha fermato anche questo progetto, in quanto doveva essere giocato offline a Milano. Al momento c’è l’idea di giocarlo online, ma potrebbero esserci problemi di natura organizzativa e poi ci sarebbe sempre qualcuno che si lamenterebbe di problemi legati connessione e così via. La speranza è che questa emergenza rientri al più presto e che si possa semplicemente rimandare il tutto di qualche mese».

A proposito di eSerie A: come dovrebbero funzionare le partite? Chi utilizza una “big” rischia di essere molto avvantaggiato…
«Su PES esiste una modalità che “livella” i giocatori e le squadre, in modo che i parametri si assomiglino. Per fare un esempio, se dovessi giocare contro la Juventus il mio avversario si ritroverebbe con molti giocatori “indeboliti”, mentre i miei verrebbero “potenziati”. L’equilibrio non sarebbe comunque perfetto, in quanto le abilità e la fisicità dei giocatori rimarrebbero invariate, però sicuramente potrei giocarmela. L’Hellas ha ottime frecce al suo arco in tutti i reparti…».

Qual è il giocatore dell’Hellas “reale” che ti ha più impressionato quest’anno?
«Sicuramente Amrabat: l’ho seguito molto, è un centrocampista totale, molto intelligente tatticamente, sa difendere e attaccare, si muove e gioca davvero bene. Credo sia la vera sorpresa di questo campionato. Devo dire però che mi piace molto anche Verre, lo seguo da quando era nelle giovanili della Roma».

E qual è invece quello che preferisci nel “tuo” Verona “virtuale”?
«Il “Pazzo” Pazzini è una colonna portante della mia squadra, quando c’è da segnare non sbaglia mai. Con lui c’è però il giovane Salcedo, un elemento fondamentale per il mio gioco!».

Ti piacerebbe sfidare o hai già sfidato un giocatore dell’Hellas?
«Mi piacerebbe davvero molto, sarebbe divertente! Magari proprio Salcedo, che so essere un appassionato, anche se non so se giochi a FIFA o a PES. Anche perché così potrei dirgli che è la punta di diamante della mia squadra!».

Chiudiamo con saluto ai tuoi nuovi tifosi?
«Certo, ci tengo molto a fare un caloroso saluto a tutti i tifosi gialloblù! Vista la pausa del calcio “vero”, vorrei inoltre invitarli a seguirmi su Twitch (trovare il canale cliccando QUI, ndr): vi assicuro che vi divertirete!»

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive