Resta in contatto

Esclusive

ESC. CH – Tricella: “Troppo presto per fare previsioni, ma al Verona auguro di poter chiudere la stagione”

Il capitano dello Scudetto si è raccontato ai nostri microfoni per parlare di Coronavirus, ma non solo

Impossibile fare previsioni, ma la speranza è che il Verona possa concludere questa stagione per vedere i risultati del grande lavoro di quest’anno: questo l’augurio di Roberto Tricella, il quale ai nostri microfoni ha detto la sua sia sull’ipotesi di ripresa dei campionati che sul taglio degli stipendi dei giocatori.

Di seguito, dunque, la nostra intervista all’ex difensore gialloblù

Capitano, intanto le cose importanti: come va?
«Abbastanza bene, non faccio nulla di diverso da quello che fanno tanti altri: abbiamo dovuto chiudere il cantiere in cui stavamo lavorando (Tricella oggi lavora nell’edilizia, ndr), quindi sono a casa. Sto leggendo molto e, dopo vent’anni, ho ripreso anche a fare un po’ di attività fisica!».

In questi giorni si discute se e come tornare in campo: tu cosa pensi?
«Credo che sia ancora davvero troppo presto per dare un’opinione: dobbiamo attendere gli sviluppi e poi valutare. I numeri sembrano migliorare, ma al tempo stesso sembra che i positivi non calino mai. Al momento è stato ipotizzato che si possa tornare in campo il 4 maggio: mancano ancora tre settimane, quindi potrebbe essere una data plausibile, ma stiamo navigando a vista, di giorno in giorno. Sarebbe importantissimo riuscire a mappare tutta la popolazione per avere una vera dimensione del fenomeno, ma al momento la macchina non sembra ancora essersi messa in moto… Sinceramente mi dispiace molto per il Verona, perché stava disputando davvero un ottimo campionato!».

Se si riprendesse a giocare, saremmo di fronte a un campionato falsato?
«La situazione è uguale per tutti, tutti partono svantaggiati da questo stop. I giocatori, anche se non si stanno allenando al 100%, stanno comunque cercando di mantenere un tono fisico accettabile. Se si riuscirà a portare a termine tutte le partite, per me il verdetto del campo sarà giusto».

Ci dici la tua sul taglio degli stipendi dei giocatori?
«Credo che anche in questo caso si debba aspettare l’evolversi la situazione per vedere che misure bisognerà adottare. Io comunque sono dell’idea che i calciatori alla fine siano dipendenti e che quindi debbano adeguarsi: se le cose vanno male per società, anche loro devono fare delle rinunce. Bisogna parlarne utilizzando il buonsenso da ambo le parti, così facendo si giungerà alla logica conclusione».

Un saluto e un augurio per i tifosi gialloblù?
«Anche se il Verona ha in ogni caso lasciato una buona immagine di sé a prescindere dall’esito di questa stagione, l’augurio è che si possa concludere questo campionato come è stata iniziato, perché si avrebbe la soddisfazione di vedere i risultati del lavoro svolto in questi mesi. Inoltre se si riuscisse ad arrivare in fondo vorrebbe dire che la pandemia sarebbe finalmente alle spalle!».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive