Resta in contatto

News

Primavera, Corrent: “Sconfitta figlia di una brutta prestazione”

Il tecnico gialloblù mastica amaro dopo la sconfitta interna contro la Virtus Entella

Questa volta non si salva nemmeno la prestazione: è infatti un Corrent piuttosto deluso quello che al termine di VeronaEntella si è presentato ai microfoni di Hellas Channel per commentare la sconfitta casalinga incassata contro i liguri.

Di seguito, infatti, le principali dichiarazioni rilasciate dal tecnico scaligero ai microfoni del canale tematico gialloblù.

LA SCONFITTA. «È stata una partita aperta: sapevamo che i loro punti di forza erano difesa e contropiede, ma l’abbiamo persa perché non siamo stati bravi sotto l’aspetto della qualità, commettendo troppi errori e non riuscendo a fare ciò che facciamo di solito. Bravi a riaprirla, perché questo dimostra grande forza d’animo, però la sconfitta è figlia di una prestazione che non mi ha soddisfatto».

I SINGOLI. «Ho provato Amayah terzino perché pensavo di fare un certo tipo di partita. Bertini ha giocato la sua prima partita da titolare ed è stato molto pericoloso, anche se un po’ sfortunato in certe occasioni. Per il resto la squadra ha mantenuto le solite idee, pur correndo qualche rischio e, come detto, commettendo troppi errori».

LA COPPA ITALIA. «Mercoledì arriva il Frosinone per la partita di Coppa Italia, una competizione che affrontiamo con grande entusiasmo, e per noi è un’occasione per riscattarci. Affronteremo una squadra che gioca in un altro girone rispetto al nostro (Girone B della Primavera 2, ndr) e che perciò non conosciamo molto bene: sicuramente però è una squadra che ha dei valori, anche perché per arrivare ai quarti ha battuto l’Inter. Noi dal canto nostro dobbiamo resettare: la sconfitta incassata dà parecchio fastidio, però il calcio è fatto di continui esami e quindi dobbiamo solamente pensare al prossimo impegno».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News