Resta in contatto

News

Costacurta a L’Arena: “Vi racconto la seconda Fatal Verona”

L’ex difensore, a Verona per presentare il suo libro, ha scambiato due chiacchiere con i colleghi del quotidiano scaligero

Zio Billy e i suoi amici. Il calcio e lo scolapasta“: questo il (curioso) titolo del libro presentato ieri alla Biblioteca Civica di Verona da Alessandro Costacurta e Marco Cattaneo.

Per l’occasione erano presenti anche i colleghi de L’Arena, che ne hanno approfittato per scambiare due chiacchiere con l’ex difensore del Milan, suo malgrado uno dei protagonisti della “seconda Fatal Verona, quella del 1990.

Di seguito, dunque, le principali dichiarazioni rilasciate dall’attuale opinionista Sky ai giornalisti del quotidiano veronese.

PELLEGRINI . «Davide è un mio coetaneo, concittadino e amico. Per me ha avuto meno di quello che avrebbe meritato: era tecnico e veloce, l’avrei visto bene nel mio Milan. Quando però nel ’90 segnò a Pazzagli con quel pallonetto, avrei voluto tirargli i capelli».

LA “FATAL VERONA 2”. «Noi eravamo in nove mi sa, non ricordo, ma in ogni caso il Verona di Bagnoli meritò la vittoria. Loro lottavano per la salvezza, noi invece eravamo distratti: era stata una stagione stressante e arrivammo al Bentegodi non lucidi e con le gambe molli. Ci siamo fatto sorprendere».

LA SFIDA DI DOMENICA. «Credo che i giocatori dell’Hellas siano più sereni di quelli rossoneri. Il Verona ha cambiato molto, ma allenatore, club e ambiente si sono già compattati: non è un caso se in questo momento si trovano davanti al Milan. Il Diavolo invece sta ancora cercando la giusta mentalità e l’assetto definitivo, quindi dovrà stare molto attento: troverà una squadra che sa cosa fare per salvarsi e piuttosto carica dopo la vittoria sul Lecce».

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News