Resta in contatto

Hellas Verona Women

UFFICIALE: il ChievoVerona Valpo ha terminato la propria attività

La scomparsa delle “cugine” lascia un vuoto nel calcio femminile veronese, ma (cinicamente parlando) apre molte porte all’Hellas

«La Società ChievoVerona Valpo comunica la cessazione della propria attività come Società Sportiva Dilettantistica con obiettivo la pratica e la diffusione del calcio femminile. Contestualmente la Società rinuncia all’iscrizione di tutte le proprie squadre ai campionati 2019-20.

Il ChievoVerona Valpo lascia il calcio femminile in un momento di grande fervore, ma con la consapevolezza di aver dedicato passione e lavoro ad uno sport che finalmente inizia a crescere e andare nella direzione che da anni ci si augurava. Purtroppo le condizioni e le necessità che impone questo forte sviluppo sono sostenibili a fronte di grandi investimenti che al momento non risultano disponibili.

Dal 1 Luglio 2019 si concluderà il rapporto con l’AC ChievoVerona del Presidente Luca Campedelli, al quale va il ringraziamento per essere stato uno dei pionieri nel portare le Società maschili professionistiche all’interno del mondo del calcio femminile, avviando nel 2013/14 la collaborazione con la Società della Presidente Flora Bonafini.

Il ChievoVerona Valpo ringrazia e augura un grande in bocca al lupo a tutte le calciatrici, gli staff, gli sponsor e tutte le persone che hanno fortemente creduto nel progetto e lo hanno portato avanti con il massimo impegno».

Con questo comunicato comparso in mattinata, il ChievoVerona Valpo ha ufficialmente chiuso i battenti: una notizia che era già nell’aria da tempo, ma che comunque (a prescindere dalle bandiere) non può che lasciare una sensazione di vuoto agli appassionati del movimento femminile.

Guardando la cosa in modo molto cinico, però, non tutti i mali vengono per nuocere: questa situazione sarà infatti con ogni probabilità sfruttata dall’Hellas, che potrebbe andare a “razziare” giocatrici e membri dello staff di assoluto valore.

A quanto appreso dalla nostra redazione, le prime indiziate sarebbero le sorelle Mascanzoni, con Debora e Daiana che andrebbero a rimpolpare rispettivamente il centrocampo e l’attacco delle gialloblù, anche se per il momento si parla solo di qualcosa di “ufficioso”.

Probabile comunque che qualcosa di più concreto inizi a muoversi dal prossimo 1° luglio, quando, con tutte le giocatrici svincolate, si inizierà seriamente a parlare di calciomercato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Hellas Verona Women