Resta in contatto

News

Cacia vuole Verona: “Ho detto a Setti che torno a piedi, voglio fare 20 gol e chiudere con l’Hellas”

Il bomber che già nel 2012/’13 trascinò il Verona in Serie B fino alla promozione, oggi vorrebbe tornare all’Hellas per chiudere alla grande come fece il suo ex compagno Luca Toni

Daniele Cacia si trova ancora a Cesena, ma solo perché il figlio deve finire la scuola dice lui. La sua avventura bianconera è conclusa e ora l’attaccante catanzarese cerca una nuova sistemazione. Intervistato da L’Arena ha confessato il suo enorme desiderio di tornare a Verona.

Capocannoniere di Serie B con gli scaligeri nel 2012/’13, quando mise a segno 24 gol ovvero più del 35% delle reti totali dei gialloblù, Daniele Cacia compirà fra due mesi 35 anni, ma non si arrende al solo dato anagrafico: “Mi piacerebbe essere il nuovo Toni del Verona. In serie B ci può stare dai…Anche lui lo davano per finito ma poi guardate cosa ha fatto in due stagioni. Se trovo una squadra che mi aiuta, posso ancora fare venti gol”.

Proprio quel Toni che gli tolse lo scettro di bomber del Verona, ma è una storia passata e adesso Cacia insiste: “A Verona verrei a piedi, l’ho detto anche a Setti: lui mi ha risposto in modo intelligente e misurato. Noi ci conosciamo e lui sa cosa può dare Cacia al Verona”.

Inevitabile un commento su cosa sia andato storto negli ultimi anni fino ad arrivare alla disastrosa stagione appena conclusa: “Se posso dire, l’errore più grosso è stato quello di smantellare in fretta giocatori che avevano dato qualcosa in più. Non parlo del sottoscritto ma di Maietta, Rafael, Gomez ed anche Moras. Altri non mi vengono in mente in questo momento. Nel calcio d’oggi servono dei giocatori che danno qualcosa in più per il rapporto con la piazza e quando indossi quella maglia. Non l’ho mai detto a nessuno ma prima di entrare in campo, soprattutto al Bentegodi, mi guardavo allo specchio e accarezzavo lo stemma sulla maglia. Non lo so, mi veniva naturale”.

“Quest’anno – conclude Cacia – non puoi mettere subito in discussione un attaccante come Pazzini, ma siamo matti? Io darei tutto me stesso per chiudere la carriera a Verona come ha fatto Luca Toni. Ve li immaginate due vecchietti come me e Pazzini in attacco e un giovane da far crescere, facciamo minimo 40 gol”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News