Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Caos diritti tv: rescissione in vista con Mediapro

Inter San siro

 Sky o trattative private tra i club e le emittenti le possibile alternative. Esplode la rabbia del commissario Malagò

Quella di oggi potrebbe essere una giornata decisiva in Lega per l’assegnazione dei diritti tv. L’assemblea, che si è radunata alle 8.15, dovrebbe votare per la risoluzione del contratto con Mediapro che si erano assicurati i diritti tv della Serie A ma non hanno presentato le garanzie finanziarie richieste. Un primo passioni questa direzione era già stato fattori, ma poi i massimi dirigenti hanno preferito prendere una notte di riflessione, scatenando al rabbia del commissario Giovanni Malagò. Al momento le società favorevoli alla rescissione sono Atalanta, Bologna, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Napoli, Roma, Sampdoria, Sassuolo, Spal e Torino.

I possibili scenari – Firmando al rescissione del contratto La Lega rinuncia all’offerta da 1.050 milioni a stagione presentata da Mediapro, ma allo stesso tempo i club reclamano certezze e sono pronti anche a intavolare trattative private direttamente con gli operatori. Sul piatto c’è sempre l’offerta di Sky che sarebbe disposta a investire circa 950 milioni di euro. Per ora, comunque è solo caos, come ribadito da Malagò: “Sto facendo delle riflessioni sul mio mandato dopo tutto quello che è successo. Abbiamo fatto passi in avanti ma ci siamo imbattuti in un problema che il commissario non avrebbe dovuto affrontare. Tra la prima e la seconda votazione alcune società sono uscite dall’assemblea: l’ho trovato irrispettoso anche nei miei riguardi“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News