Calcio Hellas
Sito appartenente al Network

Post-derby: parole da protagonisti

Fabio Pecchia può festeggiare la seconda vittoria consecutiva, dopo quella con il Sassuolo è infatti arrivato il trionfo di rigore nel derby: “Questo successo migliora l’autostima del gruppo. Nell’ultimo mese abbiamo raccolto troppo poco e questi ultimi due successi devono rafforzare le nostre convinzioni. Con queste due vittorie ci siamo tolti il peso delle cinque sconfitte di fila“.

“La squadra risponde alle sollecitazioni, agli stimoli,  feedback importante, chiaramente con le vittorie è più semplice. La squadra ha sempre continuato a lavorare, anche nelle sconfitte, ce la giocheremo a Milano ma ci penseremo a tempo debito . Ora dobbiamo capire chi sarà della partita contro il Genoa e continuare a lavorare, più siamo, meglio è“.

Forse qualcosa si è sbloccato per davvero nella mente dei gialloblù perché “vincere aiuta a vincere”. Lee, uno dei più attesi della gara, non è riuscito a fare la differenza ma sicuramente ha dato ancora prova delle sue doti tecniche. Questo però per l’allenatore gialloblù non è una novità: “Ha una grandissima personalità e grande capacità. Non è stata per me una sorpresa, ha tenuto bene i 90’ pur giocando per la prima volta l’intera partita”, mentre arrivano giustificazioni su un Bessa all’inizio discreto ma via via sempre più fuori dal gioco: “Ha lavorato a singhiozzo nell’ultimo lavoro e così facendo fa fatica a dimostrare il suo lavoro”.

E infine anche due curiosità, a cui Pecchia a prontamente risposto. Sui cori a lui riferiti:Veniamo giudicati per i risultati, andiamo avanti, cresta bassa e pedalare’‘, mentre sulla scelta degli uomini che sarebbero dovuti andare dal dischetto: “ho fatto decidere a loro, tutti erano disponibili“.

Fra loro, a segno come tutti gli altri, c’è stato anche Lubomir Tupta, l’unica punta di ruolo disponibile. Lo slovacco ha svolto bene il suo compito quando è stato chiamato in causa e questo ha voluto dire sulla gara: “Sono stato molto contento di questa possibilità, voglio ringraziare la Società e il mister. Ho giocato per tre anni in Primavera, speravo di giocare queste partite. Dedico il gol alla mia famiglia, che è sempre stata con me.

Sulla situazione della squadra in Coppa e in Serie A: “La Curva Sud è stata spettacolare, sempre a sostenerci e con il passaggio del turno è stato tutto ancor più bello. Spero di trovare spazio anche contro il Milan. In campionato sono convinto che questa squadra abbia la possibilità di salvarsi

Sontuoso su rigore anche l’italo-brasiliano Romulo: ”Grandissima emozione vincere un derby: non è stato facile, ma abbiamo messo in campo lo stesso spirito di Sassuolo, soffrire e lottare insieme. Ora giochiamo con fiducia e tanto entusiasmo. Chiaramente, ora, vorrei sei punti contro Genoa e SPAL“. Poi il centrocampista gialloblù si è soffermato a parlare della sua centesima presenza con il Verona:

“Averla fatta contro il Chievo è stato speciale. Verona è una città calda, meravigliosa, e sono orgoglioso e felice di far parte di questa Società. Ricordo l’esordio contro il Palermo e poi la prima partita vera contro il Milan, ho fatto l’assist per Luca Toni, non pensavo di fare altre 99 presenze. Sto cercando di dare il massimo e ricambiare quanto il Verona e i tifosi mi hanno dato. Non mi pento delle mie scelte in passato, sono state un bene anche per il Verona“.

Qualche battuta anche da parte di Mattia Bani, esordiente di parte clivense: “Molto felice per aver giocato la mia prima partita, ma il rammarico è di essere usciti ai rigori. Ci abbiamo provato, abbiamo avuto un po’ di sfortuna e un po’ l’ha fatta la bravura del loro portiere”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il direttore sportivo gialloblù spegne oggi 53 candeline...
Prosegue il lavoro dei gialloblù in vista del match contro il Sassuolo in programma domenica...

La Serie A si prende le copertine dei maggiori quotidiani sportivi nazionali. Queste infatti le...

Dal Network

L'espulsione a tempo sarà testata in Inghilterra, ma Ceferin non è convinto e la FIFA...
Verona beffato: il difensore sta per diventare un giocatore granata...
Calcio Hellas