Resta in contatto

Approfondimenti

Hellas: le statistiche svelano la crisi

Che i numeri non sempre siano riflesso reale di ciò che accade in campo è cosa nota, ma nel caso dell’Hellas Verona sono specchio della crisi.

All’alba della 14° giornata di campionato, la classifica dice 6 punti, ma soprattutto 1 sola vittoria: troppo poco per chi, nonostante la militanza delle ultime stagioni in Serie B, dovrebbe sentire la massima serie come casa propria.

Le 9 sconfitte subite non sono frutto del caso o della sfortuna, ma di elementi tecnico-tattici che non stanno funzionando:

La difesa: 29 reti subite, decisamente troppe per giocatori come Caceres o Hertaux, abituati a giocare in Serie A da diverso tempo. Gol presi soprattutto nel primo tempo, a dimostrazione del fatto che il problema maggiore sta nella mentalità e nella mancanza di concentrazione in campo. La seconda peggior difesa del campionato dopo il Benevento, bisogna lavorare ancora molto se la speranza è quella di salvarsi.

L’attacco: ad inizio stagione si pensava che la coppia Pazzini-Cerci, coadiuvata da giocatori dai piedi buoni come Bessa, Fares e Verde, avrebbe potuto fare sfracelli. I 23 gol del Pazzo in Serie B hanno fatto ben sperare, ma per ora siamo ben lontani dalla forma eccellente mostrata nella scorsa stagione: nervoso, al centro di discorsi di mercato e polemiche per un periodo di tempo, nonostante la fascia da capitano al braccio Pazzini non ha ancora lasciato il segno. Stesso discorso vale per Cerci, la grande scommessa del mercato estivo, che per ora non è stata ripagata: 1 solo gol all’attivo, segnato nell’ultima sfida contro il Bologna. Pochi i 10 gol messi a segno fino ad ora dalla squadra di Pecchia, insufficienti per pensare alla salvezza in questo momento.

I tiri in porta? 53 su un totale di 113: manca la convinzione, questo è il dato che emerge da questi numeri.

Come detto all’inizio, i numeri sono solo tali, in campo scende la squadra: quella squadra che, in ritiro a Colecchio fino a sabato, si spera riesca finalmente a trovare la forza di reagire a questo trend negativo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti