Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

Ag. Amione a CH: “Grande feeling con Stankovic, domenica gara speciale. Futuro? A luglio tornerà al Verona, poi vedremo”

Le dichiarazioni del procuratore del difensore argentino in prestito al club blucerchiato

In una stagione dalle mille difficoltà, tra le note positive della Sampdoria c’è Bruno Amione. Il difensore classe 2002 è stato sin qui protagonista con 19 presenze complessive, per quella che si può considerare la prima vera annata da titolare in Serie A. L’argentino è attualmente in prestito dal Verona e domenica affronterà i gialloblù da avversario a Marassi, in una gara fondamentale per gli uomini di Zaffaroni. Per avvicinarci alla gara contro la Samp e per fare un punto sulla situazione dell’ex Reggina, CalcioHellas.it ha contattato Lorenzo De Santis, agente del numero 2 blucerchiato:

Come commenta la stagione sin qui del suo assistito?

È una situazione difficile sotto tutti i punti di vista per la Sampdoria, a livello di società e di risultati, ma Bruno ha legato molto con i tifosi e con la società: è molto concentrato sul campo e da questo punto di vista parla poco e grazie al lavoro si è ritagliato un posto importante dopo essere arrivato all’ultimo giorno di mercato. È scattato un bel feeling con Stankovic ed è stato bravo a cogliere l’occasione”.

Una stagione importante per il minutaggio, ma anche dal punto di vista della duttilità…

Lo scorso anno aveva giocato anche centrale nei tre, quest’anno è stato impiegato spesso a sinistra per sfruttare il piede forte e anche a destra senza mai palesare problemi. Addirittura, contro la Fiorentina in Coppa Italia aveva giocato terzino sinistro. È un giocatore duttile che sa adattarsi alle necessità della squadra e della gara”.

Domenica a Marassi arriva il Verona e sarà una partita speciale per lui…

È legato alla Sampdoria e al Verona, ma è concentrato nel conquistare punti in questo momento. In questa stagione, la Samp ha fatto molte buone prestazioni per poi venire a mancare nei momenti decisivi. Questo aumenta il rammarico nella testa dei giocatori, ma sarà una gara importante quella di domenica”.

Domenica potrebbe affrontare Gaich con cui ha giocato in nazionale. È vero che Nicolato lo voleva convocare in U21?

Amione è cresciuto al Belgrano come Zapelli che è stato convocato dall’Italia U21, mentre lui ha preferito aspettare l’Argentina e ha ringraziato Nicolato per l’attenzione: è già stato convocato in passato con l’U23 e ha preferito la nazionale albiceleste”.

Come commenta la stagione del Verona e come vede la lotta salvezza?

Ha accumulato un ritardo importante per la salvezza dopo l’inizio difficile, ma da gennaio ha ripreso fiducia e ha migliorato la media-punti. Sono andati via molti giocatori che avevano contribuito alla classifica finale dello scorso anno, ora però ripartendo da alcuni di quelli che sono rimasti e dai nuovi arrivati sta cercando di accorciare sullo Spezia. E questo turno per il Verona può essere favorevole, visto che la squadra di Semplici affronterà il Sassuolo. Mancano ancora tante partite, ma il Verona deve cogliere le occasioni e fare punti per avvicinarsi al quartultimo posto”.

Il contratto di Amione col Verona scade nel 2025, oltre alla chiamata di Nicolato ne avete ricevute altre?

C’è grande soddisfazione per quello che sta facendo in questa stagione: ogni volta che lo vedo gioca con più confidenza e sicurezza. Stanno arrivando tanti attestati di stima, ma il giocatore a luglio tornerà al Verona: ora è concentrato sulla Sampdoria e poi ancora è molto presto prima di parlare di futuro. Dipenderà da tante variabili, il Verona è un club storico con una tifoseria importante e Bruno è molto legato perché è stata la prima squadra a crederci. In questo momento vuole chiudere al meglio la stagione, a livello personale e di squadra, dopo vedremo con calma per capire quale sarà la scelta migliore per tutti”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Esclusive