Calcio Hellas
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Di Gennaro: “Hellas, largo ai giovani. Tameze insostituibile”

Le dichiarazioni dell’ex centrocampista gialloblù e attuale commentatore per Rai Sport

L’ex Hellas Verona, Antonio Di Gennaro ha parlato a L’Arena dei gialloblù in ottica prossima stagione:

“Credo che gli azzurri faranno bene pure questa sera. Vedo nei giovani lo stesso spirito di quattro anni fa, quando iniziò il ciclo
che poi portò alla vittoria di Wembley. Frattesi, Gatti e tanti altri, hanno esordito senza problemi e con molta
personalità. Mancini sta indicando la strada, l’importante che i club ora la seguano. I giovani devono giocare”.

CANCELLIERI.È entrato bene e vi dico che è molto considerato dal Mancio. Certo dovrà trovare maggior continuità nel Verona”.

CAPRARI.Non è arrivato, mi pare, in buone condizioni fisiche in azzurro. Con l’Italia lo vedo nella posizione di Insigne, Chiesa o Politano. Nel Verona ha fatto benissimo il trequartista. Mancini nel suo ruolo sta provando sia Pellegrini che Pessina. Non è facile emergere ma non è vero che Caprari non è considerato. Oggi in nazionale tutto è possibile”.

VERONA DI CIOFFI. “Dietro rimarranno a tre e cambia poco. L’importante è proseguire nel solo che è stato tracciato. Cioffi ha fatto discretamente con l’Udinese. È chiaro che molto dipenderà da quali giocatori partiranno. Simeone e Barak, in due hanno fatto 28 reti, non è un dettaglio trascurabile. Ho letto che il Verona avrebbe messo le mani su Henry del Venezia. Una punta di fisico ed è chiaro che sarà una squadra diversa, con un gioco più difensivo. Almeno questa è la mia impressione”.

INCEDIBILE.Tameze senza ombra di dubbio: è un calciatore che sa far tutto e si adatta a qualsiasi situazione. Oltre a questo mi dicono che sia un uomo squadra. Non ho dubbi, se fossi Setti farei carte false per trattenerlo”.

SERIE A 2022-2023. “Sarà una Serie A molto impegnativa. A parte che il Verona ormai ha la testa da parte sinistra della classifica. Tra decimo e ottavo posto, anzi avrebbe dovuto lottare per la Conference League nell’ultimo campionato. Tudor le aveva dato un gioco offensivo. Merito degli interpreti, s’intende. Detto ciò vedo Cremonese, Spezia ed Empoli un gradino sotto a club come Monza e Lecce. Queste due società vorranno investire parecchi soldi per rimanere stabilmente nella massima categoria. Con l’arrivo di Giovanni Sartori vedo pure un Bologna più competitivo. L’Hellas dovrà partire subito forte. E poi ci sarà una sosta lunghissima e innaturale per il Mondiale, sarà tutto molto incerto”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il commento dell'ex gialloblù in vista del gara del Bentegodi...
L'eroe dello storico Scudetto è stato festeggiato domenica dal pubblico del Bentegodi...
pazzini di gennaro
I due ex gialloblù, entrambi presenti allo stadio per Verona-Genoa, hanno ricevuto una maglia celebrativa...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Hellas