Resta in contatto

Le Pagelle di CalcioHellas

Sampdoria-Verona, le pagelle gialloblù di CH

Tameze disputa un’altra grande partita, tante invece le insufficienze

Si chiude con un k.o. in rimonta la trasferta genovese dell’Hellas: gli uomini di Tudor, dopo aver disputato un buon primo tempo, sono infatti crollati nella ripresa, venendo rimontati dalla Sampdoria.

Tanti i gialloblù apparsi spenti, in primis i due trequartisti, entrambi praticamente mai davvero pericolosi.

MONTIPÒ: 6

Incassa tre gol su cui non sembra avere grosse colpe: la deviazione di Dawidowicz forse lo beffa in occasione dal pareggio, l’incornata di Ekdal è perfetta, il diagonale di Murru chirurgico.

CASALE: 6

Come Montipò, non pare essere direttamente implicato nelle marcature avversarie. Peccato per quell’incursione in area blucerchiata a inizio partita: avrebbe meritato maggior fortuna.

DAWIDOWICZ: 6

Come al solito non bada troppo al sodo, ma è piuttosto efficace. Salvifico e probabilmente decisivo su una botta dal limite di Ekdal, appare però forse leggermente in ritardo sul gol di Candreva, in occasione del quale è pure abbastanza sfortunato: la sua deviazione, per quanto leggera, pare infatti mettere fuori causa Montipò.

CECCHERINI: 5,5

Vede Ekdal saltargli davanti in occasione del 2-1 (la punizione peraltro nasce da un suo fallo), blando in chiusura sulla rete di Murru. Bella la girata volante con cui va vicino al gol, ma non basta.

FARAONI: 5,5

Nel primo tempo sbroglia una situazione a dir poco complicata in area gialloblù, ma in generale si vede poco e da un suo pallone perso con la squadra sbilanciata in avanti nasce il gol che, di fatto, chiude la gara.

TAMEZE: 7

Finché ne ha, è ovunque ed è dominante: corsa, recuperi, occasioni create e un altro gol (il secondo consecutivo) che dimostra che la fortuna aiuta gli audaci. Sicuramente è un caso, ma quando esce lui il Verona va sotto.

ILIC: 5,5

Si crea una buona occasione con un numero d’alta scuola, ma calcia fuori. Per il resto non si vede granché.

LAZOVIC: 5,5

È uno dei più propositivi tra le fila scaligere: tanti i cross interessanti messi in mezzo, anche se a volte esagera nel cercare la giocata e concede qualche errore. Peccato per quel passaggio errato da cui nasce il contropiede del pareggio della Samp…

BARAK: 5,5

Meglio in interdizione che quando c’è da creare pericoli. È apparso spento, forse anche per le fatiche in Nazionale: ha bisogno di rifiatare?

CAPRARI: 5

Un bel filtrante per Barak e basta. Al cospetto di quella che l’anno scorso era la sua squadra, non riesce a far valere la legge dell’ex. Al contrario del ceco, lui non ha poi l’attenuante della Nazionale.

SIMEONE: 6

Solita partita di lotta, crea anche qualche grattacapo alla difesa di casa. Sull’unico pallone giocabile che riceve, calcia bene trovando però una deviazione di Yoshida che probabilmente aiuta il gran volo di Audero.

LASAGNA: 5

Impalpabile.

VELOSO: 6

Mette a referto un tiro al volo da fuori. Voto d’ufficio o quasi.

CANCELLIERI: s.v.

TUDOR: 5,5

Il suo Verona torna a incappare nell’atavico problema dei secondi tempi, un vizio che sembrava perso e che invece oggi è tornato prepotentemente in auge. Facile parlare con il senno di poi, ma forse un cambio sulla trequarti (magari fatto un po’ prima) avrebbe dato più freschezza.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le Pagelle di CalcioHellas