Resta in contatto

News

Juric: “Concentrato sul Verona. Kumbulla può crescere ancora”

Le dichiarazioni dell’allenatore croato sull’esperienza in quarantena, la sua esperienza sulla panchina gialloblù e sulla ripresa del campionato

L’allenatore dell’Hellas Verona, Ivan Juric, ha parlato nei giorni scorsi al portale croato Slobodna Dalmacija. Queste alcune delle sue dichiarazioni:

QUARANTENA. “Le persone non erano a conoscenza del pericolo, molti prendevano l’infezione alla leggera, non avevano la visione del pericolo reale e pensavano che fosse un’esagerazione. Siamo stati fortunati che il nostro presidente della regione Veneto, Zaia, sia intervenuto rapidamente. Ha chiuso tutto e la gente lo ha ascoltato. Le nostre cifre sono notevolmente inferiori rispetto alla Lombardia che ha subito un vero orrore. Anche se le 1.500 persone che sono morte anche in Veneto non sono una piccola quantità. Terribile. In un attimo, tutto è diventato irrilevante, tranne avere cautela e responsabilità. Mia moglie e due figlie sono rimaste a casa, hanno guardato cosa stava accadendo TV. Ogni due-tre giorni andavamo a fare la spesa con guanti e maschera. Eravamo molto responsabili. Mia figlia, che normalmente studia a Milano, è venuta da noi in tempo a Verona per poter stare tutti insieme. Abbiamo telefonato costantemente a casa a Spalato, il cugino di mia moglie aveva un’infezione da coronavirus ed eravamo preoccupati, ma va tutto bene, non c’è bisogno di menzionarlo ora”.

STAGIONE ALL’HELLAS. “Cerchiamo di essere orientati all’attacco, corriamo molto… Calcio moderno, come si suol dire. Sono davvero contento di come abbiamo giocato fino alla pausa. Sebbene fossimo candidati alla retrocessione, siamo partiti senza pressioni. Ho ricevuto grande fiducia da parte della dirigenza che mi ha scelto e ci siamo messi a lavoro. Penso che abbiamo fatto cose buone nella scelta dei giocatori perché hanno già ottenuto un aumento del loro valore. Ad esempio Rrahmani, che abbiamo già venduto al Napoli, o il marocchino Amrabat”.

KUMBULLA.Vedremo dove andrà, ma ha grande potenziale. Può crescere ancora. Proviene dal settore giovanile del club e l’abbiamo subito lanciato in questa stagione”.

EUROPA O SALVEZZA.Siamo in una posizione dalla quale è possibile puntare all’Europa, ma la classifica è incompleta. Ci sono delle squadre che devono ancora giocare alcune giornate. Mi piace sempre dire che abbiamo bisogno di quattro o cinque punti da conquistare nelle restanti 13 partite. È importante ricordare che 40 punti è il limite per salvarci. Quando raggiungeremo 40 punti saremo soddisfatti”.

FUTURO. “Sono concentrato solo sul Verona e c’è molto lavoro davanti a noi. Abbiamo un’ottima atmosfera per continuare”.

CASI POSITIVI IN SQUADRA. Solo Mattia Zaccagni, il suo test è stato positivo dopo la partita contro la Sampdoria. Successivamente c’è stata l’interruzione del campionato. Ora che ci penso è stato tanto tempo fa. Ora nessuno di noi ha sintomi, ma nuovi test sono importanti per mostrarci se qualcuno ha creato anticorpi. In questo modo sapremo se qualcuno ha superato il coronavirus senza nemmeno saperlo. In generale, i test sono obbligatori e saranno condotti frequentemente. Questa è la prima condizione di normalizzazione”.

RIPRESA. “Tutto questo è ancora avvolto nella nebbia, ci sono molte informazioni diverse, atteggiamenti, controversie…I club vogliono iniziare per incassare i soldi dei diritti TV, prima di tutto, e nel nostro club si tratta di ottenere 33 milioni di euro. C’è sempre polemica, sai com’è. Tutti tirano dalla loro parte. C’è anche un motivo sportivo soprattutto, oltre ai diritti TV con cui i club si mantengono. Mettiamola così: i tedeschi hanno detto che cosa succede se qualcuno viene infettato. Qui invece si dice che se uno è infetto, tutti coloro che sono stati in contatto con lui dovranno essere messi immediatamente in quarantena. Tutto è sottile e incerto”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News