Resta in contatto

Hellas Verona Women

Women, Glionna: “A Verona mi trovo molto bene e c’è un gruppo molto unito”

Ph. Mirko Barbieri – BPE

L’attaccante gialloblù, durante il social meeting con la pallavolista Anna Danesi, ha parlato anche della sua esperienza scaligera

Una chiacchierata durata quasi mezz’ora e che ha permesso a Benedetta Glionna, esterno dell’Hellas Verona Women, e Anna Danesi, centrale del Pro Victoria Monza, di rispondere a qualche domanda dei loro tifosi: questo è stato il social meeting tenutosi ieri sul profilo Instagram gialloblù, un evento a cui hanno preso parte parecchi fans entusiasti.

Di seguito, dunque, le principali dichiarazioni della “nostra” attaccante.

LA CARRIERA… “ALTERNATIVA”. «Se non avessi fatto la calciatrice, mi sarebbe piaciuto un lavoro in campo musicale come per esempio il tecnico audio. La musica è una passione di famiglia: mio padre suona la chitarra, mio fratello fa il DJ e io stessa ho suonato il basso per otto anni…».

I MOMENTI PIÙ BELLI. «Il 2018 per me è stato indimenticabile: in quell’anno è arrivata prima la chiamata della Juventus e poi quella della Nazionale. Al termine di quella stessa stagione è poi arrivato anche il mio primo scudetto, un’altra grande emozione, e ho anche vinto il premio come miglior Under 21 d’Europa: è stata una stagione quasi surreale».

LE COMPAGNE DI SQUADRA. «A Verona ho trovato un gruppo abbastanza giovane e mi sono trovata davvero bene con tutte le ragazze. Con chi ho legato di più? Conosco Sofia Cantore da ormai otto anni, ho un bel rapporto anche con Stefania Zanoletti ma comunque, in generale, siamo un gruppo molto unito».

I SACRIFICI. «Lasciare casa da giovani e abbandonare la quotidianità e gli amici non è facile, però alla fine lo si fa per seguire la propria passione: diciamo che sono sacrifici, ma fino a un certo punto. A fare veri sacrifici credo siano stati più che altro i miei genitori, come per esempio mio padre che mi portava avanti e indietro e assisteva a tutti i miei allenamenti».

SQUADRE E GIOCATRICI. «Finora ho giocato in Serie A solamente in due squadre, la Juventus e il Verona: sono entrambe due grandi società, e mi sono trovata molto bene in entrambe, anche se ovviamente la Juventus lotta per altri obiettivi. La calciatrice più forte? A me, per quanto riguarda il mio ruolo, piace moltissimo Barbara Bonansea».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Hellas Verona Women