Resta in contatto

News

Juanito Gomez: “A Verona sette anni, ho un ricordo bellissimo. Jorginho fece crescere anche me”

L’ex attaccante dell’Hellas ha parlato anche della sua avventura in gialloblù

Nel corso dello speciale AspettateC, in onda ogni venerdì su Sportitalia, è intervenuto l’attaccante del Gubbio Juanito Gomez: “Tutti vorremmo essere in campo, e giocare la domenica, ma purtroppo questa situazione è peggiorata, e ora è importante rimanere a casa per cercare di uscirne tutti insieme. Ci alleniamo a casa, abbiamo anche avuto il permesso di rientrare nelle nostre abitazioni, ma speriamo di tornare presto a giocare: faccio fatica a essere fiducioso, ma abbiamo voglia di giocare. Non sarà un problema giocare in estate, questo mestiere è troppo bello per restare in casa a non far nulla. Ricordo ancora quando ci siamo allenati in città, è stato un modo per sentirci vicini alla piazza che allora non poteva venire allo stadio, queste cose mancano. Ma non si può assolutamente mettere a rischio la vita delle persone, dobbiamo solo ascoltare i parere dei medici“.

Prosegue poi: “Non ci possiamo allenare più di un’oretta e mezza, ma questo ci consente di passare tempo con le nostre famiglie, ed è bello per me poter dedicare tempo alla mia compagna e a mio figlio“.

Sul Verona: “Sono stato sette anni a Verona, è un ricordo bellissimo quello che porto di quella piazza, tanto che sono rimasto a vivere qui vicino. Io più forte di Jorginho? Tecnicamente è fortissimo, e riesce a far giocare bene anche chi gli sta vicino: gli anni con lui sono stati esaltanti, ha fatto crescere anche a me. Quando sei in difficoltà ti dà sempre una via d’uscita. Adesso è cresciuto molto, anche fisicamente. Mi ha fatto piacere lo scorso anno andarlo a vedere a Londra, ma spero di vederlo presto di nuovo in Italia, in Serie A: la comunque è contento, e sta facendo bene“.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News