Resta in contatto

Esclusive

ESC. CH – Ancora Glionna: “È un periodo storto, ma lavoriamo per uscirne”

Dopo averci raccontato un po’ della propria storia, l’attaccante gialloblù ha speso due parole sull’attuale momento della squadra

Dopo una prima parte di intervista dedicata a Benedetta Glionna e alla sua storia (la trovate cliccando QUI), per la seconda metà abbiamo optato per una chiacchierata su argomenti più recenti e attuali, come il “periodo no” delle gialloblù, l’addio di Bonazzoli, l’arrivo di Pachera e la prossima partita contro la Pink Bari.

Di seguito, dunque, la seconda parte dell’intervista esclusiva all’attaccante classe ’99.

Passiamo alle “note dolenti”: cosa non sta funzionando nell’ultimo periodo?
«Secondo me in alcune situazioni pecchiamo di inesperienza: per esempio, quando subiamo gol e ci ritroviamo sotto, tendiamo a non reagire o a farlo troppo tardi. Dobbiamo quindi essere brave a spronarci l’un l’altra e penso che le giocatrici più esperte possano darci una gran mano in tal senso. Credo poi che comunque questo sia solo un periodo un po’ storto in cui le cose non girano come dovrebbero. Noi, in ogni caso, stiamo lavorando per fare risultato già a partire dalla prossima gara».

Gli ultimi risultati hanno portato alla rescissione tra il Verona e Bonazzoli: voi giocatrici come l’avete presa? Avvertite delle responsabilità a riguardo?
«Credo che Bonazzoli sia un buon allenatore, e dai movimenti che ci ha mostrato durante gli allenamenti si capisce che è stato anche un grande attaccante. Se però è stata presa questa scelta, vuol dire che era la più giusta per il nostro prosieguo di campionato, quindi noi ora possiamo solo impegnarci per fare bene. Per quanto riguarda le responsabilità della separazione, penso che siano da suddividere tra tutti, e non a un singolo elemento come possono essere la Società, il mister o le giocatrici…».

Com’è stato l’impatto con mister Pachera?
«Ci ha allena da circa una settimana, quindi non posso dire molto. Certamente, comunque, a livello tattico ha idee diverse rispetto a quelle di Bonazzoli: vedremo come andrà…».

Quanto è importante la partita di sabato? Vincerla vorrebbe già dire ipotecare la salvezza?
«È sicuramente una partita importantissima, ma non più o meno importante rispetto alla scorsa o alla prossima. Ovviamente vincere vorrebbe dire portare a casa tre punti pesanti in ottica salvezza, ma se ciò non dovesse succedere nulla sarebbe perduto e noi continueremmo comunque a lavorare duramente per raggiungere il nostro obiettivo».

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive