Resta in contatto

Esclusive

Briegel: “Hellas squadra da Serie A. Bravo Juric, parla poco e dice il giusto”

Il doppio ex dell’incontro di sabato ha poi messo in guardia i gialloblù dalla Samp, una squadra che a suo dire ha solo un risultato a disposizione

Se si pensa a un doppio ex di Hellas e Sampdoria, non può non venire in mente Hans-Peter Briegel, il “Panzer” tedesco che vinse lo scudetto con i gialloblù e la Coppa Italia con i blucerchiati.

In occasione della sfida di sabato abbiamo quindi deciso di raggiungerlo per parlare con lui del match ma anche delle due squadre in generale: di seguito, dunque, la nostra intervista integrale.

Partiamo subito con una domanda da doppio ex: quali sono i ricordi più belli che ti legano a Verona e Sampdoria? Anche se immaginiamo già la risposta…
«Beh, è molto facile rispondere. Con il Verona ho vinto uno scudetto che mi ha regalato grandissime emozioni, mentre con la Sampdoria ho vinto una Coppa Italia praticamente alla mia ultima partita da professionista. In Italia ho vinto tutto quello che si poteva vincere, è una bella soddisfazione».

C’è una particolare motivazione che ti ha portato a scegliere la Sampdoria dopo l’Hellas?
«All’epoca avevo 31 anni, e la Samp e il presidente Paolo Mantovani mi fecero un’offerta irrinunciabile. A fine carriera si hanno poche chance del genere, e da professionista la colsi al volo».

Ti aspettavi una partenza così dell’Hellas? E di vedere la Samp in fondo alla classifica?
«All’inizio non sapevo cosa aspettarmi, soprattutto perché è ci sono tanti elementi nuovi, ma dopo aver visto la partita contro la Juve sono convinto che abbia tutte le carte in regola per rimanere in Serie A. A Torino ho visto una squadra equilibrata, che difende bene e che nel secondo tempo avrebbe potuto pareggiare. Mi ha invece molto sorpreso la Samp: negli ultimi anni ha sempre avuto un’ottima squadra, ma finora ha raccolto solo tre punti. Non mi sarei mai aspettato di vederla in fondo alla classifica…».

Cosa ne pensi di Juric?
«Secondo me è un buonissimo allenatore, ha costruito una buona squadra e sta ottenendo ottimi risultati. Poi mi piace molto anche fuori dal campo: è una che parla poco ma che dice cose giuste».

C’è un giocatore che ti ha impressionato?
«Se devo dire un nome, dico Amrabat, però anche la difesa mi sta piacendo molto».

Che partita ti aspetti per sabato?
«Sarà una sfida molto importante per entrambe le squadre: l’Hellas con un successo andrebbe a metà classifica, mentre la Sampdoria deve vincere per evitare di vedere esonerato il proprio allenatore, e questo potrebbe influire molto sui giocatori. Mi aspetto un primo tempo attento da parte di entrambe le squadre e una ripresa un po’ più “aperta”, soprattutto da parte dei blucerchiati, che dovranno rischiare qualcosa se vorranno portare a casa il risultato».

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Paolo
Ospite
Paolo

Cero che le vegnuo vecio e magrooo.qusi non lo riconosea +++.grzie di tutto mitico panzer.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive