Resta in contatto

Esclusive

Ag. Udogie a CH: “La convocazione è un sogno che si realizza. Merito della famiglia e di Margiotta”

Le dichiarazioni in esclusiva ai nostri microfoni dell’agente del giovane terzino alla prima chiamata in Prima Squadra

Nella lista dei convocati diramata qualche ora fa da Ivan Juric per la trasferta di Lecce c’è una novità importante. Il tecnico croato ha infatti chiamato per la prima volta il terzino sinistro Iyenoma Destiny Udogie, classe 2002 protagonista nel 2019 con gli Allievi gialloblù e con la maglia della Nazionale italiana con cui ha disputato l’Europeo U19 da sotto età oltre ad aver raggiunto la finale dell’Europeo U17. Precocità e talento che non sono sfuggiti all’occhio attento di Juric, che si è dimostrato ancora una volta un allenatore che pone grande attenzione ai giovani. Per sapere qualcosa di più la nostra redazione ha contattato in esclusiva Ferdinando Guarino, agente del giovane terzino:

Ve l’aspettavate la convocazione in Serie A già in questa stagione?
Il ragazzo sta facendo bene, sta facendo un percorso importante in un settore giovanile altrettanto importante. Qualche volta si è già allenato con la Prima Squadra, quindi diciamo che ci potevano essere i presupposti. Ha i piedi per terra, è consapevole che deve lavorare e lo sta facendo bene. Sta facendo un percorso giusto e questo è merito anche e soprattutto della sua famiglia: i genitori vengono sempre a vedere le sue partite ma senza mettergli alcuna pressione.

Una chiamata che può essere vista anche come un premio per il 2019 nel quale è stato protagonista sia in gialloblù che con la maglia azzurra?
Sta facendo bene, ma il percorso è ancora lungo. Deve rimanere con i piedi per terra in questo momento. Di strada da fare ce n’è ancora tanta, lui lo sa. È un ragazzo umile, si sta allenando bene che è la cosa fondamentale per fare il calciatore”.

Ha avuto modo di sentirlo nelle scorse ore?
L’ho sentito, era tranquillo. Ha personalità ed era contento logicamente della chiamata perché è la sua prima convocazione in Serie A. Per un ragazzo che ha iniziato nel settore giovanile ricevere la convocazione in Prima Squadra è un sogno. Va bene così”.

Può descriverci il profilo tecnico di Udogie?
È un terzino sinistro. Ha sempre giocato in quel ruolo tranne che agli Europei U17 dove è stato impiegato in tre partite anche come mezzala. Ha una struttura fisica importante, ha un buon passo e una buona gamba. Sa giocare sia sull’esterno che dentro il campo. Ha tante caratteristiche positive ma ce ne sono altre da migliorare. Può fare sia il quarto in difesa che giocare come esterno di centrocampo in un 3-4-3 o 3-5-2“.

Come commenta le voci che lo vorrebbero in ottica Juventus?
Di voci ne escono sempre tante, ma Destiny sta bene a Verona e sta facendo il percorso giusto all’Hellas. A oggi siamo felici di essere al Verona perché è migliorato tanto lì. Volevo sottolineare il grande contributo che sta dando il responsabile del settore giovanile Margiotta: un lavoro importantissimo di una persona preparata e competente. È grazie a lui e al suo staff che il ragazzo ha intrapreso questo percorso”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive