Resta in contatto

News

GdS, i grandi ex gialloblù promuovono Balotelli

Volpati, Vignola, De Agostini, Gibellini e Luppi, pur con qualche ragionevole dubbio, hanno dato il loro placet all’operazione

Balotelli sì o Balotelli no? L’ultima “bomba” lanciata da La Gazzetta dello Sport ha ovviamente scatenato un pandemonio in terra scaligera, con tifosi e addetti ai lavori che si sono scatenati elencando pro e contro dell’operazione.

Ma cosa ne pensa chi la maglia gialloblù l’ha indossata? Per saperlo i colleghi della Rosea hanno deciso di raggiungere alcuni grandi ex come Volpati, Vignola, De Agostini, Gibellini e Luppi per sentire un loro parere a riguardo.

Tra entusiasmo e qualche legittimo dubbio, ecco quindi le loro principali dichiarazioni:

VOLPATI. «L’ingaggio di Balotelli sarebbe sensazionale, non solo per l’impatto mediatico. Secondo me a Verona potrebbe dare il meglio di sé: è una piazza dalla grande passione, simile a quella di Marsiglia, ma che ti lascia vivere senza troppa pressione. Per uno come lui, che in passato ha difettato sul piano comportamentale, sarebbe l’ideale per esprimere al meglio le proprie indiscutibili doti tecniche»

VIGNOLA. «Un acquisto del genere farebbe fare un grande balzo in avanti all’Hellas, almeno sulla carta: il talento che ha è immenso, per quanto mai espresso del tutto, ma bisogna valutare con quanta convinzione arriverebbe in una dimensione diversa rispetto a quella a cui è abituato. Credo comunque che il Verona saprebbe motivarlo, qui potrebbe anche rilanciarsi in ottica Nazionale».

DE AGOSTINI. «Mario è un grandissimo giocatore, ce ne sono pochi al suo livello. Peccato per alcuni atteggiamenti, perché avrebbe potuto avere una carriera ben superiore. Credo tuttavia che a Verona si troverebbe bene, la gente ha un legame eccezionale con la squadra ed è sempre dalla tua parte se dimostri di avere a cuore la maglia. Certo, resta il timore che possa finire come Cassano, che se n’è andato dopo un paio di settimane, ma Balotelli è un’altra cosa e avrebbe l’occasione per dimostrarlo».

GIBELLINI. «Il costo di una simile operazione sarebbe alto, ma se c’è stato un contatto vuol dire che la società l’ha già messo in conto. Stiamo parlando di un giocatore imprevedibile, dentro e fuori dal campo, ma se fa quello che sa fare non ce n’è per nessuno. Va però capito in che modo andrebbe a inserirsi nel gruppo, alcuni equilibri sono molto delicati. Serve calma: è una grande e affascinante scommessa».

LUPPI. «Balotelli è un attaccante strepitoso, e sarebbe sicuramente un signor innesto per il Verona, ma attenzione: non ha mai avuto la continuità, e questo è un limite, inoltre bisogna mettere in conto che se giochi per salvarti davanti ti arrivano pochi palloni. Accetterebbe di essere servito in misura inferiore rispetto alle sue abitudini? E quanto parteciperebbe alla manovra difensiva? Questi sono i miei dubbi. Poi a fare la differenza sono i gol, che è ciò che l’Hellas gli chiederebbe, però in quel caso pesa l’ossatura della squadra: quindi dico “sì” a Balotelli, ma con un Hellas competitivo reparto per reparto, perché da soli non si fa nulla»

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News