Resta in contatto

News

Serie B: Consiglio Federale spaccato. L’anno prossimo si torna a 22 squadre

Logo Serie B

Troppo distanti le parti per trovare un accordo sulla riforma dei campionati e così si torna all’antico, almeno fino al 2020. Delusione in Lega Pro

La Serie B si prepara a fare marcia indietro (per l’ennesima volta) e l’anno prossimo tornerà a 22 squadre. È questo quello che è emerso dal Consiglio Federale che si è tenuto ieri e che ha sottolineato come tra le varie componenti ci sia una profonda spaccatura che porterà, a partire dalla prossima estate al ritorno al format allargato, in attesa della rivoluzione auspicata da Gabiele Gravina e il passaggio a un torneo cadetto più bello solo 20 formazioni.

Quando non c’è consenso, valgono le regole scritte e quelle attuali sono chiare. Ad oggi il format della Serie B è a 22 squadre e se non interverrà una modifica il prossimo anno resterà tale – ha detto il presidente della Figc a La Gazzetta dello Sport -. C’è stato un confronto acceso su posizioni differenti riguardo il format“. Francesco Ghirelli della Lega Pro ha proposto una promozione in più dalla C per arrivare a 20; il consigliere della Lega di A e proprietario della Salernitana, Claudio Lotito, ha controproposto una riduzione a 18 squadre, il presidente della B, Mauro Balata, ha preso tempo. Insomma, le posizioni sono agli antipodi.

Cosa accadrà ora lo spiega Ghirelli: “La Serie B resta a 22 squadre, noi resteremo con quattro promozioni e otto retrocessioni. Il 31 gennaio si riunirà il Consiglio federale per definire i criteri dei ripescaggi per completare gli organici e si dovranno approvare criteri in linea con la riforma, capaci di chiudere quella pagina inaccettabile di agosto per la C“.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News