Resta in contatto

Rubriche

Verona-Pescara, le pagelle gialloblù di CalcioHellas

Grande prestazione dei gialloblù, che dominano dall’inizio alla fine la gara contro il Pescara, vincendo 3-1

Queste le pagelle dei gialloblù scesi in campo contro il Pescara stilate da CalcioHellas:

SILVESTRI 7 Incolpevole sul gol del Pescara. Il portiere gialloblù è in fiducia, Una bella uscita dopo appena tre minuti su Mancuso per rimediare al pasticcio di Dawidowicz. Grande attenzione per tutta la gara con parate non sempre facili.

RAGUSA 6 Grosso lo schiera nell’inedito ruolo di esterno basso. Tanto sacrificio ma fatica a trovare le misure. Meglio nei primi venti minuti della ripresa quando si può distendere. Si fa male nell’occasione del gol pescarese e viene portato negli spogliatoi di peso. Nelle prossime ore sapremo qualcosa di più, ma a occhio l’infortunio sembra serio.

ALMICI 6 Subentra e mantiene la posizione con buona autorità.

DAWIDOWICZ 6 Meno attento rispetto a Benevento ma grande fisicità al servizio della squadra. Monachello con lui ha vita difficile.

MARRONE 6,5 Dirige con puntualità la difesa e sa anche proporsi. Forse la sua miglior prestazione da quando è al Verona.

EMPEREUR 6 Mezzo punto in meno per un disimpegno nel primo tempo che per poco non mandava in porta Mancuso. Per il resto si propone alla grande sulla corsia di sinistra. Entra duro anche su Memushaj.

DANZI 7 Il ragazzo c’è, eccome. Gioca la stessa partita di Benevento, impreziosita dal gol che sblocca il risultato. Grosso lo toglie per risparmiarlo in vista di Livorno. Ne siamo quasi certi.

LARIBI SV Entra bene ma ha poche occasioni per mettersi in mostra.

GUSTAFSON 7 Lui è una diga, mentre Zaccagni è l’ardito che trasforma in oro le palle recuperate dallo svedese. Finalmente all’altezza della sua fama. Sarà dura per Colombatto toglierli il posto.

ZACCAGNI 8 Lo sosteniamo da tempo e con il Pescara se ne è avuta la riprova. Mattia Zaccagni è il giocatore più forte del Verona dall’inizio dell’anno. Ha dovuto sudare le sette camice per imporsi con Grosso. Adesso il numero 20 del Verona è sostanza, classe e perfino gol. Straordinaria l’azione del calcio di rigore poi trasformato da Di Carmine.

MATOS 7 Il brasiliano fa quello che fa sempre: il fenomeno. In una serie B povera di gente tecnica e con gamba, lui resta il miglior interprete.

DI CARMINE 6,5 Dispenda saggezza là davanti come in occasione dello scambio con Zaccagni per il rigore che poi trasforma con freddezza. Un bomber ritrovato, visto anche il palo colpito sul finale di partita

LEE 6,5 Il sud coreano dribbla avversari come fossero semplici birilli. Fa ammattire Del Grosso. Nel secondo tempo meriterebbe il gol a coronamento di un’azione favolosa. Su di lui forse anche un calcio di rigore.

GROSSO 7 A parte la mossa di Ragusa basso, ma in panchina Almici e Caracciolo che ci stavano a fare? Il tecnico ripropone al Bentegodi un Verona ancor più pimpante di quello visto al Vigorito. La strada è quella giusta.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche