Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Hellas Verona-Cagliari, le pagelle di CalcioHellas

Queste le valutazioni della nostra redazione per le prestazioni dei gialloblù nella vittoria al Bentegodi contro il Cagliari

NICOLAS 7,5. Una partita attenta, impreziosita da due grandi interventi. La parata su faragò nel finale vale tutta la partita. Determinante come la rete di Romulo.

BIANCHETTI 6,5. Il ragazzo ha cuore e tanta voglia. La sua positività lo porta a fare un’ottima gara. Dalla sua parte non si passa.

FERRARI 6. Là dietro fa il massimo contro clienti forti e navigati come Pavoletti e Sau. Qualche errore di piazzamento, comunque positivo.

VUKOVIC 6 Il serbo soffre quando viene spostato o costretto a giocare lontano dalla porta. Il Cagliari non gli crea grandi problemi, buttando sempre la palla su Pavoletti. Vale per lui lo stesso discorso fatto per Ferrari. Una distrazione in Serie A può costare cara.

SOUPRAYEN 6 Non è facile giocare al Bentegodi per lui. Il francese però non sfigura pur perdendo qualche duello di troppo sulla fascia. Applicazione e attenzione ai massimi livelli.

ROMULO 7. Parte a sinistra e poi Pecchia lo rimette al suo posto. Prova ad andarsene sulla destra in tandem con Cerci nel primo tempo ma senza troppa fortuna. Ha nelle mani il pallone pesante del rigore. Lo trasforma con qualche brivido di troppo con Cragno che tocca il pallone ma non riesce a respingerlo.

FOSSATI 7. Quando si gioca sotto ritmo è un peccato non vederlo in campo. L’ex cagliaritano avrebbe meritato da Pecchia magari qualche chance in più. Gioca davanti alla difesa e fa un figurone. Davvero una bella prova.

ZUCULINI 7,5. L’argentino butta la stampella oltre l’ostacolo. Ha due ginocchia tenuta insieme da mille vite e sa, che qualche brusco movimento, potrebbe costargli l’ennesimo lungo stop e forse la fine della carriera. Lui se ne frega. Gioca, lotta e alla fine il pubblico lo applaude. Peccato per la rete annullata. L’avrebbe meritata. Unico.

AARONS 6. L’inglesino è ordinato. Fa il suo compito sulla fascia senza infamia ne lode. Bravo tatticamente a tornare sulla linea del centrocampo. Purtroppo non riesce ancora ad esprimere il suo valore.

FARES 7. Pecchia lo schiera attaccante. Lui l’aveva fatto quando era in Primavera ma mai come prima punta. Lui risponde presente ma è il suo secondo tempoil più importante quando gli ospiti si scoprono alla ricerca del pareggio. Mamo ha bisogno di vedere la porta, in difficoltà quando è chiamato a girarsi. E’ tra i migliori

CERCI 6,5. La sua accelerazione dopo pochi minuti fa capire che grande giocatore è stato prima dei problemi fisici che l’hanno flagellato negli ultimi anni. Festeggia le 200 partite in un Bentegodi “incazzato”. A Bologna può essere decisivo.

CARACCIOLO 6. Entra per non dare più chance a Pavoletti e lo fa molto bene. Si mette là ad innalzare il muro gialloblù. Sufficiente.

VALOTI 6. Entra alto a sinistra al posto di Cerci. Lo fa bene con grande puntualità nelle chiusure.

TUPTA SV Troppo poco in campo per essere valutato. Piace però la personalità con cui ha risposto all’invito di Pecchia.

PECCHIA 7. Non è facile per nessuno, nemmeno per i tifosi che lo contestano. Sembra più libero nelle decisioni dopo l’addio di Fusco. Riesce ad ottenere la seconda vittoria delle cinque che aveva ipotizzato da qui alla fine. Avanti con lui.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rubriche