Resta in contatto

Approfondimenti

Tra sport e finanza: ecco chi è Gaetano Micciché

Sarà Gaetano Micciché il nuovo presidente della Lega Serie A. A darne notizia, ieri, presidente del Coni e commissario straordinario della Lega, Giovanni Malagò, nel corso dell’assemblea dei presidenti: “Lunedì 19 marzo sarà convocata un’Assemblea alle ore 15 e all’ordine del giorno, oltre all’approvazione dello statuto, ci sarà la nomina di Gaetano Micciché a Presidente della Lega Serie A. Le venti Società di Serie A all’unanimità hanno accettato la sua candidatura“.

Una delle caratteristiche professionali distintive di Gaetano Miccichè riguarda le  diverse esperienze acquisite.
È stato dirigente bancario a partire dagli anni ’70 e ha quindi maturato una profonda conoscenza del mondo dell’intermediazione bancaria tradizionale, avendo ricoperto tutte le funzioni: Responsabile di Filiale, Responsabile Crediti e mondo Corporate. Successivamente, dopo l’MBA in Bocconi, ha continuato la  propria attività  nel settore industriale, con responsabilità apicali in società quotate in borsa, con l’obiettivo di risolvere importanti crisi attraverso la salvaguardia di aziende, riuscendo a difenderne valori economici  e livelli occupazionali. In Intesa Sanpaolo dal 2002, Gaetano Miccichè ha guidato il rilancio di importanti gruppi industriali italiani, risolvendo, con decisione e originalità, significative crisi finanziarie, come quelle di Fiat, Edison, Impregilo, Piaggio, Prada, Alitalia Da febbraio 2010 all’aprile 2016 è stato Direttore Generale di Intesa Sanpaolo, e successivamente anche membro del Consiglio di Gestione fino al 2016.  Responsabile della Divisione Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo da gennaio 2007 all’aprile 2016 e Amministratore Delegato di Banca IMI da ottobre 2007 a marzo 2015. Da aprile 2016 è presidente di Banca IMI.

Il suono nome non è nuovo nell’ambiente, visto che proprio Malagò aveva fatto il suo nome ai club del corso dell’assemblea del 28 febbraio. “È un uomo di sport, molto appassionato, competente, un uomo di relazioni, di sistema, molto stimato“, ha aggiunto Malagò. Servirà invece ancora un po’ di tempo per la nomina dell’amministratore delegato e degli altri consiglieri di Lega: “Per ciò che riguarda l’amministratore delegato e il consiglio, si è ritenuto di aspettare il responso del 25 marzo dell’antitrust (relativo al bando sui diritti tv, ndr) per individuare una figura che sia la più consona, la più giusta, sulla base di quelle che saranno le esigenze”, ha concluso il presidente del Coni.
1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti