Resta in contatto

News

Pecchia nervoso in conferenza: “Non mi dimetto”

Fabio Pecchia si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti, mentre all’esterno continuano le contestazioni dei tifosi che vorrebbero le sue dimissioni.

“Sconfitta brutta e pesante. Non ci aspettavamo una partita così, in alcuni momenti non siamo stati premiati dalla buona sorte. Brutto spettacolo”

Non ti è sembrato che sia mancato lo spirito? “I due nuovi li ho inseriti per fargli affrontare la gara di un certo peso con più serenità, infatti hanno dato un giusto contributo. Il Crotone è stato più bravo di noi perché hanno cistruito la prestazione con serenità”.

Verde non poteva giocare?Daniele è stato male e non si è allenato negli ultimi due giorni. Quando viene meno l’anima non è questione di singoli”.

C’è stata una resa, anche da parte del tifo, alcuni sono andati a contestare la società: hai parlato con Setti e Fusco?Sono un professionista e continuo cercando di correggere il tiro, sono autocritico. Mi sento in discussione sempre nei confronti di tutti. Le valutazioni le lascio alle società. Io vedo una squadra pronta, ma oggi è stata una bruttissima scivolata e una brutta partita. Io continuo a crederci”.

In un mese due partite uguali (Udinese, Crotone) e due migliori: come le interpreti?Le sconfitte con Napoli e Juve sono diverse perché abbiamo fatto prestazione. In alcuni momenti è venuto meno tutto”.

La vecchia guardia non sembrava tranquilla: ” In una partita così trovandoci sotto la salita è sembrata molto più difficile”.

Alcuni hanno un po’ deluso, Romulo ha sbagliato molto e Zuculini ha ripetuto un errore già fatto: ti senti tradito dai ‘senior’?No assolutamente. Il fallo di Bruno si poteva evitare ma per come gioca lui si è sempre al limite. Non credo che l’espulsione abbia il suo peso, parlerei del gruppo e il Crotone ci è stato superiore”.

Mercato: arriva Vukuvic. Secondo te le voci non hanno sconquassato lo spogliatoio?Anche altri allenatori si sono lamentati perchè le voci di mercato creano instabilità e succede ovunque. Prima finisce meglio è”.

10 punti in 21 partite: cosa deve succedere perché si dimetta?Io non ci credo nelle dimissioni, il gruppo c’è”.

Si parla di crescita, ma con le squadre pari il Verona non ha tirato fuori nulla. Nella qualità del gioco non serve miglioramenti?Sono d’accordo con lei, serve identità e crescita. Chiaramente senza risultati il primo responsabile sono io, ma la decisione spetta alla società. Il disastro di Pecchia è dall’inizio dell’anno, eppure le neopromosse sono lì”.

Ma i punti sono cinque dal Crotone. Pecchia risponde molto nervoso: “Parlo delle neopromosse, caro. Chiaro che è lunga e complicata”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News