Resta in contatto

News

Pecchia in conferenza stampa: “Domani sarà una partita diversa”

Alla vigilia della gara casalinga contro il Milan in programma domani alle ore 12.30, ha parlato in conferenza stampa poco fa il mister gialloblù Fabio Pecchia, sulla situazione della squadra e di alcuni giocatori come Fares e capitan Pazzini, che non è sceso in campo nella sfida di Coppa Italia mercoledì sera.

A tre giorni di distanza ritrova il Milan, che partita sarà?:” Sarà una partita diversa, soprattutto dal punto di vista della prestazione. Avendo giocato a così pochi giorni di distanza riusciremo a rimediare agli errori commessi nella partita di Milano”.

A Milano oltre alla prestazione deludente è arrivato anche l’infortunio di Fares, altra nota negativa?:“Perdere giocatori non mi fa mai piacere, per fortuna non è nulla di così grave. Sulla prestazione ho parlato con i ragazzi e sono consapevoli che quando si giocano partite di questo livello con certi avversari non ci si può permettere di mantenere la concentrazione solo per i primi 20′ ma per tutta la partita”.

Dobbiamo ancora vedere Daniel Bessa nella migliore condizione, cosa sta succedendo al ragazzo che nella passata stagione è stato determinante per la promozione in Serie A del Verona?:“L’anno scorso ha fatto una stagione in continua crescita. Quest’anno era partito altrettanto bene ma l’infortunio al ginocchio non gli sta permettendo di mettersi nelle migliori condizioni per esprimersi.”

Pazzini domani potrà essere della partità o darà continuità a Kean?:”Pazzo viene da venti giorni in cui ha lavorato poco con la squadra, in questa settimana c’era la possibilità di farlo giocare qualche minuto in Coppa Italia contro il Milan ma l’infortunio di Fares ha condizionato le mie scelte. Adesso sta meglio, sta recuperando e vedremo se domani riuscirà a essere della partita”.

Fino ad ora è sembrato che per voi è stato più facile giocare fuori casa che al Bentegodi, in quanto costretti a fare la partita davanti al proprio pubblico e non di aspettare per poi ripartire in contropiede, lei cosa ne pensa?:“Su questo i numeri parlano chiaro e mi dispiace. Se però vado ad analizzare le partite contro il Bologna, il Genoa, e la stessa Inter, dove abbiamo giocato bene e raccolto nulla mi viene ancora più rabbia. Ora bisogna solo pensare a raccogliere.”

C’è un giocatore in particolare che toglieresti al Milan domani?:“A tutti verrebbe da dire Suso, ma io gli toglierei Donnarumma.”

Una parola chiave in vista della partita di domani, la prima di tre gare fondamentali per il campionato del Verona:“Confermiamo la storia. Mi piacerebbe confermare quello che è stato Verona-Milan negli anni passati, con la mia squadra ancora “fatale” per il Milan.”

Dal punto di vista psicologico, su quali tasti sta premendo per mantenere alta la concentrazione dei suoi ragazzi per domani?:“La partita di Coppa Italia per me non era una vetrina ma una grande opportunità che ci siamo fatti sfuggire. Domani dovremmo mantenere l’atteggiamento giusto visto nella fase iniziale della partita di mercoledì però questa volta per tutta la gara e sicuramente avremmo delle situazioni favorevoli. Avremmo bisogno del pubblico domani e se giochremo bene sono sicuro che loro ci aiuteranno.”

 

 

 

 

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News