Resta in contatto

Esclusive

Bagnoli: “Questo Verona deve trovare il proprio equilibrio”

Il cuore è qui a Verona. Ma anche la Spal mi ha dato tanto. Mi avevano invitato a vedere la partita a Ferrara. Preferisco viverla in famiglia e tenere le emozioni per me. A fine gara non voglio fare i conti con nessuno”.

Chi parla è Osvaldo Bagnoli, l’uomo che guidò il Verona ad uno storico scudetto nel campionato 1984/’85. Lui però fu anche un discreto giocatore sempre sospeso fra Serie B e Serie A. Uscito dal Milan approdò al Verona con il quale disputò 97 partite fra il 1957 e il 1960 segnando anche 27 reti, mentre in età più matura giocò 92 partite fra il 196 e il 1967 con la Spal di patron Mazza, segnando 12 reti.

In pochi” racconta Bagnoli oggi ottantaduenne, “si sono sempre ricordati della mia carriera da calciatore. Ero un’ala destra e qualche volta giocavo anche in mezzo con il vizio del gol. A Ferrara sono stato bene ma il mio cuore resta a Verona dove vivo da quando arrivai ragazzino dal Milan”.

Sempre presente al Bentegodi a vedere l’Hellas con la moglie Rosanna, Bagnoli però è sempre guardingo nel dare giudizi sui giovani colleghi: “Ho sempre pensato che parlare in maniera superficiale del lavoro degli altri non sia una cosa corretta. Penso, però, che Pecchia abbia ancora la fiducia della sua società e dei suoi giocatori. È questa è sempre una buona base di partenza”.

In settimana l’ex mister del Verona dei miracoli ha ricevuto un importante riconoscimento. È stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano. “Son cose che fa piacere, ringrazio tutti”. Punto e a capo. Il mago della Bovisa è così. Concreto, umile e sotto traccia.

Sul Verona racconta: “Questo Verona può e deve lottare. Mi verrebbe da pensare che un punto raccolto a Ferrara sarebbe già buona cosa. Se non si può avere tutto. È già importante portare a casa quello che ti puoi permettere di prendere”. Sempre saggio Bagnoli che conclude con una perla delle sue: “Il tempo gioca a favore dell’Hellas, anche perché fra un po’ arriva il mercato. L’importante è che la squadra trovi finalmente il proprio equilibrio e non perdere con la Spal sarebbe già una cosa positiva”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive