Calcio Hellas
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Verona-Juventus 2-2, le pagelle gialloblù di CH

L'Hellas trova un buonissimo punto contro la Vecchia Signora. Folorunsho fa il fenomeno, ma bene praticamente tutta la squadra

Il Verona trova un grandissimo punto contro la Juventus: i gialloblù, pur mangiandosi un po’ le mani per essere stati riacciuffati due volte, possono infatti gioire per il pareggio ottenuto quest’oggi al Bentegodi.

Molto bene la squadra di Baroni che, pur con qualche errore evitabile, sfodera una prestazione di cuore, testa e qualità. Con questa premessa, andiamo dunque a vedere le pagelle gialloblù.

MONTIPÒ: 7

Il voto è frutto soprattutto del miracolo su Chiesa nel finale: ci mette un piedone di garelliana memoria e regala al Verona un punto che dà tanta fiducia e permette, per il momento, di agganciare il quartultimo posto.

TCHATCHOUA: 5,5

Scoordinato quando causa il rigore, forse poteva fare qualcosina in più anche in occasione del secondo gol juventino.

MAGNANI: 7

Limita gli attaccanti della Juventus, non certo cosa da poco, e va pure vicino al gol con un colpo di testa. Nel finale Chiesa gli sfugge, ma Montipò salva tutto: cena offerta.

DAWIDOWICZ: 7,5

Solidità impressionante. Tante ottime chiusure e tanto coraggio quando va anche altissimo a prendere l’avversario di riferimento.

CABAL: 5,5

Una buona prova, ma quel pallone perso che porta al secondo gol della Juventus grida ancora vendetta.

SILVA: 6,5

Buon debutto da titolare. Pulisce diversi palloni.

DUDA: 6,5

Solita partita di qualità e quantità. Mette lo zampino sul secondo gol dell’Hellas.

LAZOVIC: 6

Qualche buono spunto, riesce anche a impegnare Szczesny.

FOLORUNSHO: 8

Partiamo dal gol: C-L-A-M-O-R-O-S-O. La coordinazione, la potenza e la precisione sono spaventosi, roba da Puskas Award. Lui però non si limita a quello: il numero 90 infatti sfodera una prestazione pazzesca, è praticamente ovunque, lotta con caparbietà e, non contento, regala anche l’assist a Noslin. Dopo un (lunghissimo) periodo di affanno, si sta finalmente rivedendo il bel giocatore che aveva cominciato alla grande la stagione.

SUSLOV: 7

Sempre pericoloso, un’autentica spina nel fianco della Juventus. Tanto per cambiare, mette il proprio zampino in entrambe le marcature del Verona: suoi l’angolo dell’1-0 e il pre-assist in occasione della marcatura di Noslin.

NOSLIN: 6,5

Ci impiega un tempo a entrare nel vivo: nella prima frazione di gara si vede infatti poco, ma nella ripresa prima impegna Szczesny con un gran tiro da fuori e poi trova la rete del momentaneo 2-1.

SWIDERSKI: 6

Entra quando la Juve prova a spingere per ribaltare il match. Lui fa il suo, anche se in avanti non si vede moltissimo.

BELAHYANE: 6

Debutta in maglia gialloblù e non demerita. Dimostra anche una certa personalità quando prova a calciare da fuori.

VINAGRE: 6

Vale bene o male lo stesso discorso fatto per Swiderski.

COPPOLA: s.v.

HENRY: s.v.

BARONI: 7

Continua la crescita di una squadra che, dopo un mercato invernale che pareva aver smontato ogni certezza, sembra in realtà sentire molto più sua rispetto a quella che aveva a disposizione prima. Il Verona ha un’anima e finora l’aveva sempre dimostrato ma senza trovare punti: il pareggio di oggi, dunque, ha un enorme significato…

Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Cabal troppi errori pure Tachtoua

Paolo Quintarelli
Paolo Quintarelli
2 mesi fa

Suslov e Silva a centrocampo sono già in sintonia, ottimi passaggi e costruzione di gioco. Ho visto tanta grinta e cuore in fase di non possesso, questo fa ben sperare per il prossimo futuro..daghene Gellas

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Il primo pesa due gol di cui 1 rigore il secondo per me non vale nulla

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Per la cronaca e coerenza, 9 undicesimi sono giocatori in rosa da Luglio, non aver più Dyuric davanti a fare il riferimento principale per la palla lunga e pedalare fa si che la costruzione del gioco debba partire dal basso, Cabal non mi sembra quello più adatto e nemmeno Tachtoua.

Roberto
Roberto
2 mesi fa

Se lHellas gioca così le prossime , sarà dura per tutti fare risultato. Dei nuovi bene Silva.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Non si possono dare insufficienze oggi! Abbiamo giocato molto. Bisogna tenere conto di chi siamo e chi avevamo contro. Almeno 6 anche TCHATCHOUA e CABAL.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Grandi forza hellas

Sauro
Sauro
2 mesi fa

Magnani non meno di pawel

Articoli correlati

Coppola eroe al Bentegodi. Bene anche il solito Montipò. Stecca invece Mitrovic...
San Lorenzo Montipò da Novara salva l'Hellas, benissimo anche Noslin. Steccano invece Dawidowicz e Suslov...
Montipò tiene in piedi il Verona fino all'ultimo, si salvano anche Lazovic, Bonazzoli, Mitrovic e...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Hellas