Resta in contatto

Approfondimenti

Venti punti raggiunti, ora l’Hellas ha quattro partite per arrivare al meglio al giro di boa

Con il Cagliari il Verona ha virtualmente raggiunto la “quota salvezza” del girone d’andata. Adesso serve incrementare il bottino

Pur avendo lasciato qualche rimpianto, il pareggio ottenuto contro il Cagliari ha permesso all’Hellas di portare il ventesimo punto di questa Serie A, un traguardo che dunque ha permesso al Verona di raggiungere la virtuale “quota salvezza” del girone d’andata con quattro giornate d’anticipo.

Ciò significa che le prossime sfide potranno essere una buone occasione per mettere altro fieno in cascina, allontanare ulteriormente il terzultimo posto (ora distante dieci punti) e avvicinarsi il più possibile a quei quaranta punti che certificherebbero la terza salvezza consecutiva.

Le gare in questione non saranno tuttavia semplici: i gialloblù affronteranno infatti nell’ordine un Venezia affamato di punti e che in casa ha già fermato Roma e Fiorentina, la lanciatissima Atalanta, il Torino del grande ex Juric (autentica macchina da guerra tra le mura amiche, dove finora ha perso solo con Juventus e Atalanta) e la già citata Fiorentina del capocannoniere del campionato Dusan Vlahovic.

Per strappare qualcosa servirà senz’altro qualcosa in più sotto l’aspetto di freschezza e cinismo rispetto a quanto visto nelle ultime partite, ma la squadra di Tudor ci ha dimostrato di trovarsi decisamente a proprio agio nei tour de force, soprattutto contro le squadre più ostiche.

La rincorsa a un giro di boa il più ricco possibile comincia dunque già domenica al Penzo. L’obiettivo, ovviamente, è tornare dalla laguna con il primo successo esterno stagionale.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti