Resta in contatto

Le Pagelle di CalcioHellas

Verona-Spezia 4-0, le pagelle gialloblù di CH

I gialloblù offrono una prestazione maiuscola e travolgono gli Aquilotti con le reti di Simeone, Faraoni, Caprari e Bessa

È una prova sontuosa quella offerta oggi dall’Hellas: i gialloblù hanno infatti dominato lo Spezia dall’inizio alla fine, chiudendo il match del Bentegodi un 4-0 che non ammette repliche.

Di seguito, dunque, le nostre pagelle dell’incontro.

MONTIPÒ: 7

Ottima prova del portiere gialloblù che peraltro si porta a casa il primo clean sheet del proprio campionato. Alla mezz’ora grandissimo l’intervento su Manaj, ma è molto bravo anche in occasione della punizione di Verde e sui tiri da fuori degli Aquilotti. Prova decisamente convincente dopo qualche critica piuttosto ingenerosa.

DAWIDOWICZ: 7

Ottima partita del centralone polacco: dalle sue parti, con le buone o con le cattive, non si passa.

GÜNTER: 6

Si immola per la causa e chiude la propria partita con il turbante. Sostituito all’intervallo forse anche a causa del taglio riportato.

CASALE: 6,5

Buona e solida anche la sua prova.

FARAONI: 7

Solita corsa al servizio della squadra, festeggia le cento presenze (arrivate contro il Genoa) segnando un gran gol. Acciaccato, esce all’intervallo.

BESSA: 7

Dà qualità in mezzo, corona la propria prestazione con il gol del poker che arriva al termine di una cavalcata di quaranta metri.

ILIC: 6,5

Si accende a tratti, ma confeziona l’assist per Simeone e dà il via all’azione del gol di Caprari.

LAZOVIC: 6

Poco chiamato in causa, ha comunque il merito di procurare l’angolo da cui nasce l’1-0.

BARAK: 6,5

Prova di corsa e qualità al servizio della squadra.

CAPRARI: 7,5

Un assist geniale per Faraoni, un gol pazzesco e tanta qualità. Se vuole non far rimpiangere Zaccagni, la strada è quella giusta.

SIMEONE: 7,5

Pronti, via e segna subito, ancora una volta di testa. Nell’arco della gara poi corre, si batte e alla fine mette a referto anche l’assist per Caprari. Anche lui molto bene.

CECCHERINI: 6

La difesa gialloblù nel secondo tempo non viene particolarmente sollecitata. Si fa trovare pronto quando chiamato in causa.

ÇETIN: 6

Tudor potrebbe essere il primo allenatore a dargli fiducia nella sua esperienza veronese e lui ci tiene a fare bene. Oggi non fa nulla di trascendentale, ma contribuisce a gestire.

TAMEZE: 6

Qualche strappo quando comunque lo Spezia è quasi inoffensivo.

MAGNANI: 6

Anche lui contribuisce a tirare su il muro di gomma su cui lo Spezia rimbalza nel finale.

KALINIC: 6

Entra sul 4-0, voto d’ufficio.

TUDOR: 8

Otto come i punti del suo Hellas. Il  Verona domina la partita, passa subito avanti e conduce la in porto senza affanno e senza subire gol. Lo scontro-salvezza è suo e il risultato finale non ammette repliche.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le Pagelle di CalcioHellas