Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Mourinho: “Niente da dire sull’atteggiamento, ma non abbiamo giocato bene”

Le parole del tecnico giallorosso dopo la prima sconfitta della stagione

L’allenatore della Roma, Jose Mourinho ha parlato a DAZN dopo la sconfitta per 3-2 contro l’Hellas Verona:

“Non era preoccupazione, è il mio modo di essere concentrato. Anche prima di Tudor poteva avere risultati diversi. Con il cambio di solito c’è una reazione emozionale, c’era da aspettarselo. Sapevo fosse difficile da battere. Abbiamo fatto uno sforzo per vincere, niente da dire su questo. Non abbiamo giocato bene però, abbiamo perso tanti duelli individuali e tante seconde palle. Hanno avuto più intensità di noi. Ho bisogno di analizzare davanti ai video e capire”.

FASCIA DESTRA. “Abbiamo analizzato questo prima della partita e lo fanno spesso con Veloso, anche nella scorsa stagione, non ci hanno colti di sorpresa. Qualche volta abbiamo interpretato male la situazione dentro il capo, chi doveva pressare il terzo uomo era Zaniolo che doveva abbassarsi con Karsdorp. Ma mi sembra che questo sia successo nel primo tempo, ne abbiamo parlato e la mia sensazione è che abbiamo avuto qualche difficoltà nel giocare, anche con la palla abbiamo esagerato con la palla lunga. Sapevamo che erano bravi nei duelli difensivi individuali, ma abbiamo cercato troppo il gioco diretto ed è mancata qualità. I gol sono troppi lontani da me per capire i dettagli, ma ho avuto la sensazione della difficoltà del centrocampo di creare e controllare”.

GESTIONE. “La reazione del Verona era ovvia, era una squadra che non stava giocando male e stava perdendo solo 1-0, la partita era aperta ed era nel lato favorito per attaccare. La reazione del Verona non è stata una sorpresa. Dobbiamo gestire meglio i momenti di difficoltà. Dobbiamo giocare di più, abbiamo visto tante situazioni di uno contro uno e se vinci questi duelli puoi fare male all’avversario. Ma dobbiamo fare più gioco, Veretout era limitato con il giallo preso subito. Ma per andare nei dettagli ho bisogno di guardare le analisi tramite la tv: una cosa sono le sensazioni, un’altra l’analisi”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da L'angolo dell'avversario