Resta in contatto

Calciomercato

Calciomercato gialloblù, L’Arena fa il punto

Dalla possibile permanenza di Zaccagni fino ai possibili acquisti, ecco un riassunto della situazione

La finestra estiva di calciomercato aprirà ufficialmente solamente domani, ma i nomi circolati (in entrata e in uscita) attorno al Verona sono già tantissimi. Cercando quindi di fare un po’ d’ordine, i colleghi de L’Arena hanno raccolto le principali trattative in un riassunto che ora vi proponiamo.

Di seguito, dunque, la situazione attuale.

CHI VA. Sempre più vicino l’approdo di Mariusz Stepinski allo Young Boys: l’Hellas probabilmente dovrà pagargli una parte di stipendio, ma il prestito si farà. Rimanendo in Svizzera, si attendono notizie anche dall’operazione che dovrebbe portare Udogie al Basilea. L’entourage del giocatore sta cercando l’accordo economico con gli elvetici, ma anche in questo caso sembra esserci ottimismo. Fatta invece per Laribi, ormai pronto ad accasarsi alla Reggina.

CHI POTREBBE RESTARE. La situazione riguardante Mattia Zaccagni è sempre piuttosto “liquida”: tra piste che si raffreddano e altre che prendono corpo, il futuro del centrocampista è molto incerto. Ecco dunque che l’ipotesi rinnovo si fa strada: in casa Hellas si starebbe infatti lavorando a un prolungamento che leghi il giocatore al club di via Olanda fino al 2024 o addirittura fino al 2025. Ottocentomila euro a stagione (e nessuno taglio in caso di retrocessione in Serie B) il nuovo ingaggio del giocatore.

“IN FORSE”. In questa settimana D’Amico scambierà due chiacchiere con Empereur: dopo essere rientrato dal Brasile, il difensore avrebbe diverse richieste, tra le quali spicca quella del Torino di Juric. Si attendono poi novità dal fronte Di Carmine, cercato da mezza Serie B e pure da qualche squadra di Serie A.

GLI SCAMBI. Passato un po’ di moda lo scambio LasagnaSimeone, resta sempre vivo quello SilvestriDimarco: il portierone andrebbe a fare il vice-Handanovic (Cordaz ricoprirebbe il ruolo di “terzo”, l’esterno tornerebbe a Verona e Radu lo seguirebbe (in prestito). Operazione non semplice, ma non da escludere a priori.

GLI OBIETTIVI. Setti, e questa sarebbe una novità rispetto alle voci degli ultimi mesi, preferirebbe acquistare Ilic piuttosto che spendere due milioni (la cifra richiesta dal Manchester City) per prenderlo in prestito: per farlo servirà però vendere un “pezzo grosso” come Barak o Lovato. Proseguono poi i contatti con il Salisburgo per Adamu e con l’Amburgo per Vagnoman, ma al momento non ci sarebbe nulla di serio.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Calciomercato