Resta in contatto

Rubriche

Penna in Trasferta, Cornacchia (CalcioCasteddu): “Cagliari senza ossatura. Il Verona proverà a chiuderla subito”

Ascoltando le parole del collega, non sembra esserci grande ottimismo in casa rossoblù

Che il Cagliari non viva un periodo entusiasmante, soprattutto sotto il profilo sanitario, è cosa piuttosto nota, ma finora non era ancora passato quanto la situazione abbia generato parecchio sconforto nell’ambiente: a darcene un’idea sono state le parole di Giancarlo Cornacchia (collega di CalcioCasteddu.it), il quale ai nostri microfoni ha presentato il match nell’ambito della nostra Penna in Trasferta.

Di seguito, dunque, quanto raccontatoci dal giornalista sardo.

Che Cagliari arriva al Bentegodi?
«Sicuramente non arriva in grandi condizioni e probabilmente dovrà ricorrere a tanti elementi della Primavera. Purtroppo il Covid ha colpito giocatori importanti come per esempio Godin, Nandez e Simeone, tre giocatori che costituiscono un po’ l’impalcatura e la cui assenza fa perdere molto al Cagliari. Di Francesco cercherà di ripartire dal buon secondo tempo contro lo Spezia, però dovrà stare attento a entrare subito in gara, altrimenti al 45′ l’Hellas l’avrà già chiusa».

Che Verona ti aspetti di trovare?
«Io francamente credo che quella di domenica sia una partita quasi proibitiva per il Cagliari. Basti pensare a quanto fatto dall’Hellas in casa dell’Atalanta, una squadra che pochi giorni prima aveva espugnato Anfield e che negli ultimi anni è stata l’autentica rivelazione di questa Serie A. Credo che il Verona proverà sin da subito a imporre il proprio gioco e a chiudere il prima possibile la pratica Cagliari, in quanto i gialloblù sono ben consci di essere in grado di portare a casa l’intera posta in palio».

Cosa ci dici dell’ultimo match di Coppa Italia?
«Credo che il Verona, per quanto imbottito di giovani, abbia messo in grande difficoltà il Cagliari. Se avesse vinto l’Hellas non sarebbe certo stato uno scandalo…».

Chiudiamo con la probabile formazione rossoblù?
«Per quanto riguarda il modulo, Di Francesco non dovrebbe discostarsi dal suo “nuovo” 4-2-3-1. In porta ci sarà Cragno, mentre davanti a lui dovrebbero agire Zappa, Walukievicz, Pisacane e Carboni. A centrocampo confermati Marin e Rog, mentre alle spalle di Pavoletti dovrebbero agire Sottil, Joao Pedro e uno tra Tramoni e Caligara».

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

chi e’ questo pirla ???

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche